Cerca nel quotidiano:


Fiori d’arancio per Giulia, l’infermiera anti-Covid

Ad annunciarlo è stata lei stessa su Facebook: "Nel bel mezzo di una pandemia mondiale, di venerdì 17 e in anno bisestile…ci siamo sposati!"

Venerdì 17 Aprile 2020 — 17:47

Mediagallery

"In questi giorni in cui generalmente gli sposi sono presi dai frenetici preparativi per il giorno più bello - dice Chiara Pini, direttore assistenza infermieristica ospedale Livorno - Giulia ha sempre trovato modi e tempi per fare molto bene il suo lavoro"

Dalla prima linea del fronte Covid all’altare il passo è stato brevissimo. Così Giulia Ceccherini, infermiera dell’Area Covid delle Malattie infettive dell’ospedale di Livorno, ha tolto di dosso tuta e dispositivi di protezione ed è convolata a nozze la mattina di venerdì 17 aprile munita, come il marito, di mascherina chirurgica e fedi.
La notizia è arrivata direttamente tramite un comunicato stampa dell’Azienda Ospedaliera in seguito all’annuncio fatto dalla stessa infermiera su Facebook dimostrando di aver poca paura non solo del virus che affronta ogni giorno, ma anche della scaramanzia considerando che, come dice lei: “Nel bel mezzo di una pandemia mondiale, di venerdì 17 e in anno bisestile…ci siamo sposati!”.
“In questi giorni in cui generalmente gli sposi sono presi dai frenetici preparativi per il giorno più bello – dice Chiara Pini, direttore assistenza infermieristica ospedale Livorno – Giulia ha sempre trovato modi e tempi per fare molto bene il suo lavoro, supportando le colleghe e soprattutto i pazienti nella difficile lotta al Coronavirus. Ha lavorato fino a ieri e domenica riprenderà servizio rimandando a tempi più tranquilli il viaggio di nozze. È anche grazie a lei a tutti gli operatori che stanno sacrificando una parte delle loro vite private che usciremo presto e bene da tutta questa esperienza”.
A Giulia e al marito Gabriele i più sinceri auguri per una fantastica vita insieme da parte dell’Azienda USL Toscana nord ovest.

Riproduzione riservata ©