Cerca nel quotidiano:


Garibaldi, rinnovati i progetti socio-culturali e di sicurezza

Al via Garibaldi Top, Sicurezza in Garibaldi e Effetto Pop. I progetti, promossi da Confesercenti, Sociolab e Ccn Antico Borgo Reale, si inseriscono negli interventi di riqualificazione del quartiere

venerdì 08 Febbraio 2019 18:44

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

L’amministrazione comunale ha stanziato ulteriori risorse per proseguire l’esperienza dei progetti di sicurezza partecipata e animazione socio-culturale del quartiere Garibaldi. Dunque, nel 2019, verranno riproposti Garibaldi Top, Sicurezza in Garibaldi e Effetto Pop. Le iniziative – promosse da Confesercenti con la partecipazione di Sociolab e Ccn Antico Borgo Reale e il finanziamento di Comune e Regione – si inseriscono nel quadro degli interventi di riqualificazione del quartiere, interventi che riguardano anche le baracchine della piazza. Per una di queste, precisamente la numero 20, la giunta ha deciso di farne un presidio fisico utile ai progetti di rigenerazione urbana dell’area.
“La situazione sicurezza nel quartiere Garibaldi è migliorata grazie ad un lavoro sinergico tra istituzioni, cittadini e commercianti. Comune, Regione e Confesercenti hanno avuto un ruolo decisivo al pari dell’intensa attenzione che le forze dell’ordine hanno assicurato alla zona – ha detto la vicesindaco Stella Sorgente – Questo percorso generativo doveva proseguire perché sappiamo che, al primo disimpegno di uno qualsiasi di questi attori protagonisti sulla scena della rinascita di Garibaldi, si rischierebbe un ritorno ad un quadro degradato che dobbiamo lasciarci alle spalle”.
“Come associazione di categoria gioiamo perché andiamo nella direzione di aiutare anche le imprese del quartiere – ha affermato Annalisa Coli, referente Confesercenti per Garibaldi Top – Nel corso del 2018 solo in piazza sono state aperte due nuove attività anche grazie al nuovo clima che si respira”.
Nello specifico, con il progetto Garibaldi Top sono stati affidati sedici mila euro a Confesercenti, al fine di assicurare la possibilità di uno scorrimento della graduatoria dei progetti di animazione e spettacolo presentati nel maggio 2018.
Tra le azioni previste a cura dei tre aggiudicatari, Arci Livorno, Riusofficina e Ops, una programmazione culturale negli spazi pubblici del quartiere tra aprile e luglio 2019.
“Voglio sottolineare in questo percorso l’apporto fornito dal Centro Commerciale Naturale (Ccn) Antico Borgo Reale, nato in questi anni su nostra sollecitazione – ha aggiunto l’ assessore al commercio Paola Baldari – La nostra attenzione alla riqualificazione dell’area passa anche dalle baracchine e come giunta abbiamo deciso che serve una discontinuità per dare maggiore garanzia di qualità d’offerta”.
Per quanto riguarda invece il progetto Effetto Pop, tramite un contributo di diecimila euro, sarà realizzata un’attività di co-progettazione con le realtà attive nel quartiere, finalizzata alla definizione di azioni che avranno una ricaduta collettiva.
“Abbiamo visto nascere e crescere questo percorso e nonostante l’impossibilità da parte di un progetto di cambiare la situazione di un intero quartiere, i benefici si sono visti e il primo evidente è una rete di soggetti propositivi che collaborano costantemente per trovare soluzioni – ha concluso infine Lorenza Soldani di Sociolab – Con Garibaldi Top ridefiniremo in chiave più attuale i progetti ripescati dalla graduatoria di maggio con le prime iniziative che si vedranno già dalla fine di marzo e che copriranno anche il periodo estivo”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.