Cerca nel quotidiano:


Voucher fino a 300 euro ai dipendenti di commercio e servizi in Cassa

Iniziativa dell'Ente bilaterale del terziario toscano "Il Buono che meriti": negozi del terziario aderenti all'iniziativa su www.ebittosc.it. "Vogliamo favorire gli acquisti di Natale”

Venerdì 12 Novembre 2021 — 11:34

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

La crisi economica legata alla pandemia ha colpito duro anche in Toscana. Maggiori difficoltà sono state riscontrate dai settori del commercio non alimentare, già in affanno per la precedente contrazione dei consumi. A lanciare un segnale di vicinanza a imprese e dipendenti del comparto è l’Ente bilaterale del terziario toscano (EBiTTosc), ente paritetico costituito da Confcommercio Toscana e dalle organizzazioni sindacali regionali dei lavoratori Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs. Così attraverso l’iniziativa “Il Buono che meriti. Diamo valore al tuo lavoro” i dipendenti di commercio e servizi che nel biennio 2020/2021, per almeno 12 settimane, ovvero nel periodo più cupo della pandemia, sono rimasti in cassa integrazione potranno ottenere voucher per un valore massimo di 300 euro spendibili in un circuito di negozi convenzionati e appartenenti al settore del terziario. “La cifra complessiva ammonta ad un milione di euro – precisa Lucia Bonanni, coordinatrice EBiTTosc – Le risorse verranno distribuite in base alle ore e alle settimane a cui sono stati sottoposti i dipendenti durante la cassa integrazione. Abbiamo deciso di lanciare adesso questa iniziativa per favorire lavoratori e commercianti nel periodo di acquisto dei regali di Natale”.
Ogni negozio disponibile ad accettare i buoni sarà riconoscibile grazie alla presenza di un disegno: due mani che si stringono davanti ad una busta, simbolo di un consumo solidale.
“Questo contributo è uno strumento di ripartenza – aggiunge Sabina Bardi, consigliere EBiTTosc – Sicuramente non è in grado di ripianare al 100% le perdite subite in questo drastico periodo legato alla pandemia. Tuttavia, si configura di certo come un incentivo per acquistare ciò che si vuole senza incidere sulle proprie spese per i clienti, e come un sostegno in più per i negozianti”.
Per entrare a far parte del circuito delle attività disponibili all’accettazione dei voucher sarà sufficiente contattare la sede della Confcommercio. La lista dei negozi convenzionati e l’elenco dei requisiti di chi ha diritto ai buoni sono disponibili sul sito www.ebittosc.it. In alternativa, è possibile rivolgersi agli sportelli esclusivamente dedicati nelle sedi dei sindacati facenti parte dell’Ente.

Riproduzione riservata ©

CERCHI VISIBILITÀ? CONTATTACI: 1,1 MILIONI DI PAGINE VISTE AL MESE E OLTRE 60.000 ISCRITTI SUI SOCIAL. PER PREVENTIVI HTTPS://WWW.QUILIVORNO.IT/RICHIESTA-PREVENTIVO-BANNER/ OPPURE [email protected]

GRAZIE!