Cerca nel quotidiano:


Job Club, per trovare (insieme) lavoro

In via Terreni 7 uno spazio gratuito dove scambiare opinioni, idee e realizzare una sorta di passaparola dei lavori disponibili. Per partecipare scrivere a [email protected] oppure 0586 - 89.72.49

Sabato 9 Luglio 2016 — 06:56

Mediagallery

di Giulia Bellaveglia

Conosciamo tutti, purtroppo, molto bene le difficoltà che i giovani hanno nel trovare lavoro ai giorni d’oggi. Per dare una risposta a questo fenomeno l’Ufficio Giovani del Comune di Livorno, insieme a Informagiovani, ha avviato il percorso Job Club, un gruppo di giovani che si aiutano a vicenda per trovare un lavoro. L’iniziativa, di stampo nazionale, nasce anche con l’intento di far uscire dallo scoraggiamento e dalla frustrazione il singolo giovane, magari alla fine del suo percorso di studi, e di farlo inserire in un gruppo dove è possibile scambiare opinioni, idee e realizzare una sorta di passaparola dei lavori disponibili. Il Job Club si svolgerà nello spazio all’aperto attiguo all’Informagiovani in via Terreni 7: un luogo che, ad oggi, non era ancora stato utilizzato per iniziative specifiche e che l’Amministrazione ha deciso di inaugurare con questa esperienza. La partecipazione al Job Club é gratuita. Negli incontri verranno forniti dei brevi contenuti teorici e degli esercizi pratici da fare in gruppo. Sono inoltre previsti momenti di confronto, di scambio di contatti, di conoscenze e l’intervento di alcuni esperti.
Le prime due date sono già state fissate per mercoledì 13 e mercoledì 20 luglio dalle 17:30 alle 19:30.
Per partecipare, occorre rivolgersi direttamente allo sportello informativo in via Terreni, scrivendo all’indirizzo mail [email protected] o telefonando allo 0586 – 89.72.49.
Data la vicinanza di sede con il nuovo dormitorio per persone in difficoltà sito in via Terreni, Paola Castaldi tende a precisare che “fare gruppo con realtà anche diverse dalla nostra é la prima ricchezza da poter sfruttare oltre che un bel modo di fare nuove conoscenze.”
“Il sostenersi a vicenda in momenti critici della nostra vita, come quello in cui ci troviamo, se non riusciamo a trovare lavoro è un aiuto fondamentale. Con la mediazione di facilitatori professionisti nella gestione dei gruppi, l’unione riesce a produrre risultati positivi.” dichiara Stella Sorgente, vicesindaco del Comune di Livorno.
“Capire che nel cercare lavoro si può essere flessibili e ricercare numerose attività tra ciò che ci piace fare è il primo passo per diventare più propositivi per noi stessi e per gli altri”, dice Serena Bertini di Informagiovani.
“Rafforzare le esperienze di comunità virtuale – ha precisato Giulia Biagetti della Cgil – come quelle create per contrastare offerte di lavoro ingannevoli, significa anche renderle reali con gruppi d’incontro ben funzionanti”.

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # ex trw

    Invece di pensare a queste cose guardate di trovare delle soluzioni. A dicembre scadono gli ammortizzatori sociali.

    1. # Aristide

      Guarda che questa iniziativa serve soprattutto a quelli come te che non ha trovato un nuovo lavoro perchè, al limite, può fare il bracciante, il facchino o giù di lì. Se speri che qualcuno ti piazzi al porto o che faccia tornare industrie a Livorno sei in tempo a morire di fame.
      Ovvio poi che ci vuole la voglia di lavora…. te ce l’hai?

  2. # stanca

    È un’ iniziativa che è utile come mangiare prosciutto quando si ha sete. A Livorno non mancano associazioni per parlare di quanto non si trovi lavoro, a Livorno mancano POSTI DI LAVORO e quei pochi che ci sono sono sapientemente centellinati tra amici parenti e amici degli amici. Quando anche i centri commerciali smetteranno di assumere commessi laureati part time voglio vedere dove andremo a sbattere la testa. Perché il comune non mette a disposizione dei corsi di formazione gratuiti dove un giovane puo’ imparare un mestiere invece di organizzare inutili uffici e ufficietti.

    1. # Marco67

      C’è sempre l’emigrazione. Livorno è una piccola Detroit. Deindustrializzazione vuol dire necessariamente calo demografico. Se sai fare qualcosa di tecnico e hai delle competenze puoi provare a trasferirti al nord, come hanno fatto in molti.
      Se non sai fare niente, la Polonia e la Slovacchia hanno fame di operai generici.

  3. # I politici

    Ma smettetela. Può un non occupato trovare lavoro ad un disoccupato? Muovetevi in altre direzioni….state perdendo tempo…..

  4. # Ramona

    Andiamo tutti alle Canarie lasciamo questo mondo che nn ci aiuta in niente …….. C’è pure il sito su face che spiega la vita laggiù ecc

  5. # fred

    iniziativa perfettamente inutile,direi una presa in giro