Cerca nel quotidiano:


Oltre 17mila mozziconi di sigaretta raccolti in 4 ore

Oltre 17mila pezzi per 4,2 chili. Sono i numeri della raccolta avvenuta venerdì 28 agosto in centro e alla Terrazza Mascagni a cura di 32 volontari. Iniziativa svolta con il supporto di Aamps, il patrocinio del Comune e il coordinamento della cooperativa Erica

Venerdì 28 Agosto 2020 — 16:56

Mediagallery

L’operazione rientra nel progetto dal titolo “#cambiogesto” che interessa numerose città italiane ed è volto a sensibilizzare i cittadini sui danni che provoca la dispersione nell’ambiente dei mozziconi di sigaretta, sia dal punto di vista del decoro degli spazi urbani sia in termini di inquinamento del terreno

Oltre 17mila pezzi per 4,2 chili. Sono i numeri della raccolta avvenuta quest’oggi in centro e alla Terrazza Mascagni a cura di 32 volontari che, con il supporto di Aamps, il patrocinio del Comune di Livorno e il coordinamento della cooperativa Erica nell’ambito di uno studio che interessa diverse città italiane, hanno setacciato in lungo e in largo 13mila metri quadrati di aree pedonali realizzando un intervento di pulizia approfondito dedicato esclusivamente ad un piccolo ma dannoso rifiuto: il mozzicone di sigaretta.
L’operazione rientra nel progetto dal titolo #cambiogesto che interessa numerose città italiane ed è volto a sensibilizzare i cittadini sui danni che provoca la dispersione nell’ambiente dei mozziconi di sigaretta, sia dal punto di vista del decoro degli spazi urbani sia in termini di inquinamento del terreno.
“Sono numeri che non ci confortano – dichiara l’ assessora all’ambiente, Giovanna Cepparello, del Comune di Livorno – seppur allineati ai dati raccolti in altre città italiane portuali e dell’entroterra. Il mozzicone di sigaretta deve essere necessariamente gettato come rifiuto indifferenziato perché costituito in prevalenza da materiali non biodegradabili. Tra l’altro questa tipologia di rifiuto non deve finire nemmeno nei lavandini o nei wc, come invece troppo spesso ancora avviene, perché inquina la rete fognaria e l’accumulo ne può addirittura provocare l’ostruzione. Abbiamo aderito all’iniziativa #cambiogesto – conclude Cepparello – proprio perché in linea con la nostra recente campagna a favore del decoro urbano “Sei ganzo se…” realizzata con Aamps ed inserita all’interno del macro-progetto di comunicazione Circle rivolto alla cittadinanza”. Il contributo di numerosi volontari testimonia, ancora una volta, la vivacità del nostro sistema di aggregazione sociale a vantaggio della collettività e delle bellezze della nostra città”.
“Questi primi risultati – spiega Raphael Rossi, Amministratore Unico di Aamps – purtroppo confermano un malcostume presente anche a Livorno che deve essere contrastato. Il gesto di buttare a terra il mozzicone di sigaretta in strada avviene ancora con troppa continuità e naturalezza. Confidiamo nella sensibilità dei cittadini a riflettere sui danni che questo rifiuto provoca all’ambiente se non viene gettato correttamente e, quindi, ad utilizzare sempre i cestini getta-carte per l’indifferenziato anche se non presenti nelle immediate vicinanze all’area in cui viene consumata la sigaretta”.
L’evento #cambiagesto prevede anche la realizzazione di un’analisi merceologica dei rifiuti da spazzamento stradale a cura della cooperativa Erica cui risultati su scala nazionale saranno successivamente pubblicati.

Riproduzione riservata ©