Cerca nel quotidiano:


Parchi: 11 nuove aree gioco, spunta anche una teleferica per bimbi. LA MAPPA

Completata anche l’installazione delle 6 nuove altalene inclusive. Ecco la mappa delle installazioni

mercoledì 03 Aprile 2019 17:23

Mediagallery

È stata completata l’installazione, curata dall’ufficio Progettazione e Qualificazione Spazi Urbani del Comune di Livorno, di 11 nuove aree gioco su spazi a verde pubblico distribuiti su tutto il territorio cittadino (guarda le mappe cliccando sulle foto sottostanti a quella principale e clicca sul link in fondo all’articolo per consultare l’elenco dei giochi).
Non solo all’interno di parchi recintati, ma anche su aree pubbliche aperte, per responsabilizzare i cittadini al rispetto e alla tutela dei beni comuni, e per valorizzare questi spazi.
Si tratta di un progetto per il quale l’Amministrazione comunale ha investito quasi 300mila euro, per aumentare gli spazi gioco disponibili in città, dove i bambini potranno divertirsi all’aria aperta in totale sicurezza con tanti bei giochi pensati per loro, e le famiglie godere della bellezza del ricco e pregevole patrimonio di verde pubblico cittadino.
I giochi realizzati sono ubicati alla Rotonda d’Ardenza, al Parco Lenci di Antignano, al Parco Pertini, in via Luigi Russo (Picchianti), a Villa Mimbelli, in via Paoli, via Montelungo, via Borrani, al Parco Giotto, in via Guelfi e in via Caduti dei Lager nazisti.
Tutte le 11 aree gioco sono di nuova costituzione, tranne quelle al Parco Pertini e al Parco Giotto che però, nel corso degli anni, erano rimaste prive di giochi funzionanti.
I lavori, iniziati nell’ottobre scorso, si sono conclusi in questi giorni, con il completamento delle due strutture più grandi e complesse, quella alla Rotonda d’Ardenza (in foto principale una foto di una copia della struttura) e quella al Parco Lenci ad Antignano: si tratta di due maxi giochi combinati, costituiti entrambi da quattro torri, di cui due con tetto. Da queste torri partono diverse attività per i bambini, tra cui uno scivolo, un ponte oscillante, due barre scivolo, un palo dei pompieri, un ponte d’equilibrio, una parete d’arrampicata, un passaggio di corte tra torrette, una risalita a riccio.
Visto il pregevole contesto in cui sono inserite, sia la struttura alla Rotonda d’Ardenza sia quella al Parco Lenci sono state realizzate in legno di robinia a colorazione e forma naturale, al fine di ridurre l’impatto visivo che il gioco, con le sue dimensioni, avrebbe potuto avere. Anche per la pavimentazione antitrauma è stata scelta una colorazione simile al terreno su cui va a collocarsi.
In più, per il parco Lenci ad Antignano (zona Marilia/Hotel Universal) è stata costruita una teleferica, che è già molto frequentata dai bambini. È costituita da due palificazioni poste a oltre venti metri di distanza (con un dislivello complessivo di un metro tra la partenza e l’arrivo) collegate da un cavo di acciaio su cui scorre una carrucola con agganciata la seduta. La teleferica non può essere utilizzata da bambini di età inferiore a 4 anni. Dal momento che lungo tutti i punti del percorso l’altezza della seduta è inferiore a un metro, non è stato necessario realizzare una pavimentazione anti-trauma. Anche in questo caso, il gioco è realizzato in legno di robinia a colorazione naturale.
Per tutti gli altri 9 parchi è stata installata una combinazione-base di giochi, composta da una torre a un piano con tetto e scala di accesso a gradini con corrimano, con scivolo e pertica dei pompieri; da un’altalena a due sedute, una con sedile a tavoletta e una a gabbia per i bambini più piccoli; un gioco a molla a forma di animaletto e un gioco a bilico con due sedute.
Tutte le strutture sono state poste su piattaforma con pavimentazione antitrauma, di spessore diversificato in base all’altezza dei giochi soprastanti.
Spazi giochi inclusivi – In questi giorni sono stati completati anche gli interventi per rendere inclusivi il maggior numero possibile di parchi giochi. Per il momento sono 6 le altalene per bambini diversamente abili, con cesto circolare a forma di nido. Le ultime due altalene di questo tipo sono state installate alla Rotonda d’Ardenza e alla Terrazza Mascagni. Nelle scorse settimane erano state installate le altalene inclusive all’interno del Parco Centro Città, a Villa Mimbelli, al Parco Giotto e in via Caduti dei Lager Nazisti.
Tutte le 11 piattaforme anti-caduta che ospitano i nuovi giochi sono state comunque realizzate a raso, e sono quindi perfettamente accessibili a carrozzine e passeggini.
In un caso, al Parco Pertini, un lato della preesistente piattaforma (sempre in buone condizioni anche se era rimasta sprovvista di giochi) è stato pareggiato rispetto al terreno, in modo da renderlo accessibile.
Al Parco Giotto i nuovi giochi sono stati montati su una piattaforma realizzata ex novo, mentre quella preesistente è stata mantenuta, e i bambini potranno utilizzarla per giocarci sopra.
Aurigi: “Colmate alcune lacune cittadine” – “Con questo intervento siamo andati a colmare alcune lacune incredibili della nostra città – commenta l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Aurigi, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo in tutte le 11 aree interessate – È incredibile che finora nessuno avesse pensato di dotare di parchi gioco alcune zone particolarmente frequentate di Livorno, come la Rotonda. Noi non solo lo abbiamo fatto ma abbiamo voluto prestare un’attenzione particolare ai bimbi disabili, installando in più della metà dei parchi alcune altalene inclusive”.
“Ho verificato i lavori fatti – prosegue Aurigi – e sono molto soddisfatto del risultato finale. Abbiamo perseguito un obiettivo importante che ci eravamo prefissati, potenziando e riqualificando decisamente la dotazione cittadina di aree gioco per bambini come mai era stato fatto finora. Abbiamo investito risorse notevoli e sviluppato progetti di qualità. Non ci fermeremo qui. Per il 2019 abbiamo già stanziato altri 180mila euro sui giochi per bambini, con l’obiettivo chiaro di proseguire con lo stesso entusiasmo su questa buona pratica intrapresa”.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Pecoroni

    Ahhhh! ECCOLA LA TELEFERICA CHE AVEVA PROMESSO NOGARIN! O NON DOVEVA UNIRE LA STAZIONE AL PORTO?!

    1. # luca

      E’ un peccato non riuscire mai a fare un commento riguardante l’articolo in questione.
      E’ anche un occasione persa per avere uno scambio di idee fra cittadini,
      battuta penosa tra l’altro, come il voler scrivere in maiuscolo.

      1. # Fabio

        A parte tutto questi giochi non è che siano il massimo. in altre città ci sono giochi piu alla portata dei bambini di oggi, questi usavano 50 anni fa.

        1. # Lili

          Spero tu non voglia riferirti a qualche trappola tecnologica, sappi che usando il corpo si sviluppa la mente, si vede che te sei stato tanto seduto

        2. # luca

          No , mi riferisco ai soliti commenti con battutine che vengono ritenute ganze da chi le scrive.
          È giusto criticare ma la critica dovrebbe essere motivata,costruttiva e magari presentare anche un alternativa

          1. # Luca

            @luca , va detto pero’ che la battutina un po’ se la sono cercata …

  2. # Trolley

    Bravissimi, avanti così. Se possibile adesso occorrerebbe ampliare i giochi sia alla rotonda che alla terrazza in quanto sono insufficienti per il numero dei bambini che li frequentano. Ci tengo a precisare che non è una critica in quanto sono anni che Livorno aveva bisogno di questi giochi e nessuno aveva mosso dito. Quindi bene così, ma non fermiamoci. Per la rotonda o terrazza sarebbe bellissimo un gioco come il Gulliver a Valencia, anche se so che rimarrà un sogno. Vorrei segnalare anche al parco dietro l’asilo della Rosa che sono stati rotti entrambi i canestri e manca ormai da 2 anni l’altalena, è rimasto solo in terra il pavimento anti trauma ed essendo un parco molto frequentato è un peccato.

  3. # Livo

    Votazioni vicine!!! Si vede

  4. # maria elena

    Benissimo tutti questi giochi.
    PARCO LENCI ANTIGNANO: la teleferica è vero che è bassa e forse non serve il pavimento anti trauma, però è stato lasciato lo sterrato e ci sono anche dei sassi, alcuni di grandi dimensioni. Spero che vengano aggiunte anche panchine e cestini per la spazzatura e almeno un’altalena.

  5. # C.Federico GZESS

    Che i parchi sono pochi e un problema ma e peggio che quelli che si sono sono impossibili per via delle zanzare, ora che si sono le elezioni le farete le disinfestazioni??

  6. # Vincenzo

    Sono d’acccordo che è stata colmata una enorme lacuna e che si può fare ancora di più.
    Per quanto è stato realizzato, e in particolare per la teleferica, faccio notare come sia del tutto inopportuna la terra piena di sassi e detriti che si potrebbe facilmente coprire con materiali adatti allo scopo sia per la sicurezza che per la pulizia…

  7. # Mauro

    Sistemare via Zola no è? Sono anni che qs strada statale piena di buche. Sono contento per i giochi dei bambini, ma lo sarei di più se provvedeste a sistemare queste strade disastrose come via Zola.

  8. # Patty che si e' rotta delle critiche senza senso

    A Livorno piace lamentarsi sempre !!! Se i giochi non ci sono si brontola …..se li mettono si brobtola lo stesso perche’ ‘un usano piu’ o perche’ sono pochi !!! Ma un grazie no ???
    Che siamo sotto elezioni non c’entra un fio secco perche’ i soldi per questo tipo di interventi non si stanziano dall’oggi al domani dovreste saperlo !!!
    Della teleferica della quale parla “pecoroni ” non ne parlo’ Nogarin ma l’assessore Vece . Quindi prima di sparare cavolate assicuratevi di dire correttezze!!!
    IO DICO GRAZIE ALL’ASSESSORE AURIGI PER IL GRANDE LAVORO CHE HA PORTATO E STA PORTANDO A LIVORNO !!

  9. # Paolo58

    Parco Pertini? Ma non deve essere per metà eliminato per il nuovo ospedale?

    1. # gigi

      Credo lo facciano nell’ altra metà 😉

  10. # capelli d'argento

    tutto in un mese!!! le elezioni civorrebbero almeno ogni anno

  11. # Carlo

    bene per i giochi nei parchi, ma ancora meglio sarebbe un VIGILE FISSO nei parchi. Cani lasciati liberi, cani che sono in zone a loro vietate, vendite ambulanti, ragazzotti teppisti e prepotenti … il tutto permesso perchè i nonni ed i genitori non vanno certo al parco per litigare … quindi UN SUPERVISORE sarebbe indispensabile

  12. # Marghe

    Belle iniziative….sperando che poi non vengano lasciate senza manutenzione e controlli come accade al parco Centro Città, assolutamente ingiovibile, lasciato in uno stato di degrado tremendo. Sporco, erba alta e a volte entrano con i motorini.

  13. # Emme

    Sono le stesse situazioni che si ripetono e che sarebbero da considerare azioni positive ma che purtroppo avranno durata breve sempre per la cialtroneria della gente che popola i nostri rioni. Comunque bella l idea della teleferica. Evidentemente in comune c è qualcuno che la ama. Non si è riusciti a fare quella vera, si è fatta quella ludica. Ora, alle prossime elezioni si rischia di fare di tutto un gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.