Cerca nel quotidiano:


Raccolta di aiuti del Cisom per l’Ucraina

Un camion di aiuti è partito da Livorno il 7 marzo con a bordo volontari CISOM

Lunedì 7 Marzo 2022 — 18:21

Mediagallery

Un camion di aiuti è partito da Livorno il 7 marzo con a bordo volontari CISOM, i quali hanno recuperato altri materiali raccolti dai Gruppi CISOM di tutta la Toscana, come quelli di Siena, Arezzo, Firenze, poi toccherà la prossima settimana a Livorno,Pisa, Lucca , Grosseto, Prato, Pistoia, Montemuro e Lunigiana. Il carico è già in viaggio per il polo logistico CISOM di Milano , il quale sara immediatamente smistato per i campi di accoglienza che ospitano i profughi Ucraini. Il CISOM è in  contatto con l’Ambasciata dell’Ordine di Malta in Ucraina, alcuni membri che si trovano attualmente a Leopoli, ci trasmettono costantemente un elenco di materiali di prima necessità e di farmaci di cui necessitano in questo momento. L’azione del CISOM è molto efficace poichè convoglia tutti i nostri aiuti attraverso la rete operativa predisposta dall’Ordine di Malta, che può assicurare la distribuzione avvalendosi dei propri canali diplomatici e dei propri Enti di Soccorso presenti sul posto, Organizzazioni come il  Malteser International, le quali coordinano le operazioni e che provvedono alla distribuzione secondo necessità sia verso le zone di confine con l’Ucraina, sia dentro al Paese, in collaborazione con il Malteser Ucraina , sempre operativo in loco.

Questa attività si unisce a quella di Piazza Grande Livorno, dove uno stand del CISOM , il quale era stato organizzato per la Giornata Internazionale dei diritti della Donna, sarà presente il 7 e l’8 Marzo per raccogliere dei fondi destinati alle attività di soccorso dei rifugiati dalla guerra, oltre a raccogliere generi di prima necessità che saranno inviati sempre a favore del popolo Ucraino. APisa, il CISOM di Livorno è quello di Pisa , riceveranno dalle scuole Cambini e Biagi una raccolta effettuata dai ragazzi e dagli insegnanti, il materiale sarà affidato nelle mani del CISOM perchè venga consegnato ai rifugiati a causa della guerra.

Riproduzione riservata ©