Cerca nel quotidiano:


Un defibrillatore al Cisternino per dare una “scossa” alle Terme

L'associazione "Terme del Corallo onlus" ha come obbiettivo la valorizzazione il patrimonio culturale cittadino. La presidente Menicagli annuncia l'apertura del cantiere alla Sala della Mescita

giovedì 25 ottobre 2018 19:17

di Gabriele Fiore

Mediagallery

Dopo quasi un anno dalla sua riapertura, il Cisternino di Città continua ad essere luogo di incontro tra Amministrazione e livornesi. Il Comune di Livorno ha accolto il 25 ottobre la donazione di un defibrillatore, da parte dall’associazione Terme del Corallo onlus. Lo strumento salvavita sarà collocato nell’edificio storico, uno spazio pubblico caratterizzato da una nutrita programmazione di eventi. “E’ un centro di attività partecipata in particolare in ambito culturale e di politiche giovanili – spiega la vicesindaco Stella Sorgente – stiamo mantenendo la promessa fatta durante l’inaugurazione. Sono stati ben 66 gli incontri all’interno del Cisternino dall’11 novembre scorso ad oggi, e abbiamo ospitato anche grandi personaggi, come il recente incontro in occasione del quale Ferruccio de Bortoli ci ha raccontato del ’68”.
Gli eventi in programma sono tanti e comprenderanno attività con le scuole e con i cittadini, con l’obbiettivo di valorizzare nuovamente questo nostro patrimonio culturale.

“L’acqua è il filo conduttore che ci unisce -chiarisce Silvia Menicagli, presidente associazione Terme del Corallo onlus – un percorso idrico che collega le Terme al Cisternino di Città, attraverso l’acquedotto Leopoldino. Questo è il legame di fondo che collega i due beni storici ed è il motivo per cui dobbiamo valorizzarli. A tal proposito abbiamo deciso di sostenere l’iniziativa di rivalutazione di questo monumento che, da un anno a questa parte, è tornato ad essere luogo di aggregazione per i cittadini”.
La presidente si è espressa anche a riguardo delle Terme, dicendo che i fondi europei, i quali ammontano a circa 2,2 milioni di euro sono stati finalmente sbloccati dopo lunghe attese e numerosi rallentamenti burocratici. “Ed è quindi con gioia che annuncio – conclude Menicagli – l’imminente apertura del cantiere che avrà come traguardo il restauro della Sala della Mescita“.
Il Cisternino di Città non ospita soltanto eventi occasionali, infatti al suo interno troviamo anche numerosi uffici comunali, tra i quali quello che si occupa di un nuovo progetto nato in collaborazione con l’Unione Europea, denominato Edic, Centro di Informazione Europe Direct del Comune di Livorno. Un polo a disposizione del cittadino gestito da tirocinanti neolaureati che ha come obbiettivo quello di diffondere e rendere accessibile a tutti la comunicazione sulle opportunità della UE in materia di formazione scolastica, universitaria, professionale e di impiego nei paesi membri.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive