Cerca nel quotidiano:


Un’altalena inclusiva nel parco di via Garzelli

Piantato un ulivo nell'area verde come simbolo di rinascita. Il nuovo gioco per i bambini disabili sarà installato entro la fine di maggio

giovedì 18 Aprile 2019 13:01

Mediagallery

Un ulivo, simbolo di rinascita dal fango che solo un anno e mezzo fa inondava questo parco dove oggi giocano invece felici i bambini della zona. Un ulivo piantato su di una collinetta che guarda i sorrisi dei più piccoli e una targa che sarà collocata ai piedi di un’altalena inclusiva accanto ai giochi che il Comune installò poco tempo fa in questo parco di via Garzelli.
Così giovedì 18 aprile all’interno dei recinti del piccolo polmone verde di Collinaia la Svs di via San Giovanni ha inaugurato ufficialmente il progetto: “Un giardino in mano ai giovani”, che ha l’obiettivo di restituire un’area verde al quartiere martoriato dall’alluvione e alla città tutta.
Il progetto sarà realizzato grazie al Bando “Giovani e beni comuni” 2018 del Cesvot, finanziato con il contributo di Regione Toscana Giovanisì in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e prevede appunto il completamento dell’area giochi con altalena inclusiva, che sarà installata entro la fine di maggio, laboratori di animazione territoriale con il coinvolgimento dei volontari delle Associazioni proponenti che sono, oltre alla Svs Pubblica Assistenza, Avo, Arci Solidarietà, Auser e Associazione Radio Fides Club.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.