Cerca nel quotidiano:

Condividi:

A Villa La Cinquantina la presentazione di “A tavola con i grandi”

Mercoledì 10 Agosto 2022 — 17:22

Venerdì 12 agosto alle 19 l’incontro, moderato da Daniela Vianelli presidente di Coop Itinera e introdotto dall’assessore alla cultura del Comune di Cecina, sarà un percorso tra ricette e curiosità ispirato dal bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi (1820-2020)

In Toscana si torna a parlare del rapporto dei Grandi personaggi con la cucina con la presentazione del volume “A tavola con i grandi. Ricette e curiosità dei personaggi illustri Italiani” (2021) a cura dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. I curatori del libro Adriano Rigoli e Marco Capaccioli, presidente e vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria, venerdì 12 agosto (ore 19) saranno a Villa La Cinquantina a Cecina, inserita nel circuito delle Case della Memoria come Casa della Memoria di Francesco Domenico Guerrazzi. L’incontro, moderato da Daniela Vianelli presidente di Coop Itinera e introdotto dall’assessore alla cultura del Comune di Cecina Domenico Di Pietro, sarà dedicato alla presentazione del volume: un percorso tra ricette e curiosità ispirato dal bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi (1820-2020) ideato per conoscere da una prospettiva diversa i tanti personaggi illustri che compongono il grande mosaico dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. A seguire, ecco l’intervento di Daniela Vianelli, dal titolo “Guerrazzi a Cecina: appunti per ricostruire il profilo di un grande personaggio”.
Focus ovviamente su Francesco Domenico Guerrazzi, animatore del movimento risorgimentale e scrittore di successo che decise di passare a Cecina gli ultimi anni della sua vita. Guerrazzi compare all’interno del volume con la ricetta del budino di semolino. Come si legge nel volume, infatti, Guerrazzi “gradiva molto il dolce classico di famiglia: “Un gran budino di semolino, ben infarcito di cedro candito e di uva passolina e coperto di crema all’uovo”. Ne viene proposta la versione tratta da: “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi: Ricetta n° 657 Budino di Semolino.

Info: 353.4437193, [email protected]

A tavola con i Grandi. Ricette e curiosità dei Personaggi illustri italiani

Il volume, a cura di Marco Capaccioli e Adriano Rigoli e con i contributi degli chef Cristina Bowerman e Igles Corelli, e postfazione di Alberto Capatti direttore scientifico di Casa Artusi, offre una nuova chiave di lettura per conoscere i grandi personaggi che compongono il grande mosaico dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. Una realtà che riunisce le case (oggi case-museo) dove vissero personaggi illustri in ogni campo del sapere, dell’arte, della letteratura, della scienza, della storia. Luoghi densi di atmosfera a cui, in questa occasione, è stato scelto di accedere “passando” dalla cucina. Un percorso tra ricette e curiosità, ispirato dal bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi (1820-2020) scrittore e gastronomo, padre della cucina domestica italiana, la cui casa natale fa parte del circuito delle Case della Memoria. Con l’alfabeto a fare da alleato, il libro si apre proprio con Artusi e con la ricetta dei suoi ‘Cappelletti all’uso di Romagna’ che pare fossero il suo piatto preferito. Ma si spinge ben oltre, per tracciare un ricettario che travalica lo spazio e il tempo, riunendo nomi celebri come Leonardo Da Vinci, Giacomo Puccini, Giuseppe Verdi, Luciano Pavarotti, Enzo Ferrari, Enrico Caruso, Giuseppe Garibaldi, Giovanni Pascoli, Michelangelo, Ugo Tognazzi e moltissimi altri. Per immaginarli in una veste diversa da quella in cui siamo abituati a pensarli. Una veste forse più ‘umana’ e meno lontana da noi. Completa il volume un ricco apparato iconografico con la descrizione delle 85 case che fanno parte dell’Associazione e che sono pronte ad accogliere il “viaggiatore del terzo millennio”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©