Cerca nel quotidiano:


Al Parco Levante arriva Flip Flop Revolution

La mostra Flip Flop Revolution è aperta a tutti ed è particolarmente interessante per i bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Inoltre è disponibile una audio-video guida digitale tramite APP

Martedì 16 Febbraio 2021 — 12:21

Mediagallery

Portare a nuova vita oggetti che non ci servono più, trasformare materiali di uso comune, rivela particolare creatività e ingegno. Il riciclo è fondamentale nel moderno trattamento degli scarti, previene lo spreco dei materiali potenzialmente ancora utili e riduce il consumo di materie prime; rappresenta una strategia fondamentale nell’uso delle risorse. Da alcuni anni il riciclo creativo ha assunto addirittura dignità artistica fine a se stessa. Le chiamano universalmente “flip-flop” ma per noi sono le intramontabili infradito di gomma e plastica: ormai un must have estivo. Chi potrebbe mai dire che sono uno dei principali responsabili dell’inquinamento nei nostri mari? Eppure è proprio così: si stima che degli 8 milioni di tonnellate di plastica che annualmente si riversano nei nostri oceani, le infradito da sole raggiungano le 90 tonnellate. È nel continente africano, in particolare in Kenya che, le correnti e le maree trasportano continuamente tonnellate di ciabatte di plastica, riducendo le spiagge a discarica di rifiuti plastici. Colpa delle “flip-flop”, quelle che oggi possiedono oltre 3 miliardi di persone e che causano una lenta e silenziosa crisi ambientale. Sulle coste del Kenya opera un’impresa sociale che si adopera per aumentare la consapevolezza dell’inquinamento marino, occupandosi di ridare vita alle ciabattine di plastica, raccogliendole, pulendole e trasformandole in colorate e strabilianti sculture, come elefanti e rinoceronti, leoni a strisce e soprattutto animali marini di varie dimensioni: dai piccoli oggetti al “masterpiece”. Questo lavoro consente alle famiglie una migliore qualità della vita e la dignitosa consapevolezza di una comunità che riesce anche a salvaguardare l’ambiente in cui vive, ponendo rimedio dove la modernità provoca danni e inviando un chiaro messaggio su come è possibile aiutare il nostro pianeta, i nostri oceani e le persone.
Da qui parte il progetto Flip Flop Revolution che il Parco Levante ospiterà, per la prima volta in Toscana, dal 5 febbraio 2021 e per alcune settimane, con una grande selezione di “animali marini”, colorate e strabilianti sculture di squali, delfini, polpi, pinguini e tartarughe. La mostra Flip Flop Revolution è aperta a tutti, ed è particolarmente interessante per i bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie, liberamente fruibile negli orari di apertura del Parco Levante, i clienti potranno inoltre usufruire di una audio-video guida digitale all’esposizione tramite APP, semplicemente inquadrando i QR code dislocati sulle teche del percorso espositivo.

Riproduzione riservata ©