Cerca nel quotidiano:


Al The Cage ripartono i concerti, da Motta a Rondelli: il cartellone

Venerdì 11 marzo torna Haus of Sitrì, quindi il calendario del club rock labronico riprogramma i live annullati nei mesi scorsi per il nuovo stop imposto dalla pandemia, da Bobo Rondelli & SuRealistas a Coez, e ne aggiunge di nuovi: Motta, Mobrici, Modena City Ramblers e tanti altri fino al mese di maggio

Martedì 8 Marzo 2022 — 14:12

Mediagallery

Si riparte, di nuovo. A dire il vero, la musica non si ferma mai, penetra nei nostri dispositivi elettronici e ci arriva in ogni forma anche quando fuori non si sente. Come è successo, più volte, sotto le ondate della pandemia, che ha chiuso tanto le arene quanto i palazzetti e i live club. L’ultima volta è successo a dicembre 2021, quando il The Cage ha sospeso la programmazione e spento le luci come tante altre realtà simili in Italia. Ma quanto ci è mancato? Adesso è arrivato, finalmente, il momento di ripartire anche con i concerti, così il calendario del club rock labronico stende un’agenda fitta di qui a maggio, ricca di nomi interessanti per tutte le generazioni. Innanzi tutto, sono riprogrammate le date annullate tra dicembre e febbraio: a partire da Bobo Rondelli & SuRealistas, che doveva esibirsi al teatrino la vigilia di Natale per il classico appuntamento con Cage Christmas; la speciale combo tutta da vedere sarà sul palco sabato 26 marzo, mentre per il mese di maggio sono stati riprogrammati i concerti di Coez (5 maggio, già sold out), Tonino Carotone (7 maggio) e Samuel (14 maggio). Il primo live in calendario, però, è quello di sabato 12 marzo, quando si esibiranno i Masaluce. Formazione toscana formata da Roberto Luti alla chitarra, Alex Sarti alla voce, Enrico Cecconi alla batteria e Renato Marcianò al basso. Testi in italiano e matrice rock-blues per un progetto decollato nel 2021 dalla ristrutturazione di una cover band di esperienza decennale e di discreto successo, i Trainwreck. Sono già due i singoli lanciati dai Masaluce, “La serpe e la stella” e “Flow”, quindi la band non vede l’ora di calcare il palco per esibire in anteprima tutto il suo repertorio, promettendo un live energico e coinvolgente (ingresso a 10 euro con consumazione a partire dalle ore 22). Il weekend del The Cage, però, si apre venerdì 11 marzo con il ritorno di Haus of Sitrì, serata LGBTQIA+ livornese di Arcigay Livorno: è il primo party queer della città con le meravigliose Queen della Sitrì pronte a stupirvi tra tacchi vertiginosi, acconciature cotonatissime e abiti scintillanti. Ingresso dalle 23 (10 euro con consumazione 8 euro per tesserat* Arcigay) e Drag Show dalle ore 23:30 con La Marchesa, Pavona Mugler, Lalique Chouette, Christine Lacroix, Robin Folie e Victoria Wankinson. A seguire DiscoDrag con Matteino Dj e Sharon Ops in console. Sia venerdì 11 che sabato 12 marzo, come in tutti i successivi appuntamenti fino a nuove disposizioni, è obbligatorio essere in possesso del green pass rafforzato per accedere al The Cage e indossare la mascherina in ogni momento, tranne quando si balla.

Il programma del teatrino proseguirà nel mese di marzo con i concerti di: Tossic (sabato 19), Bobo Rondelli & SuRealistas (sabato 26). Ad aprile si comincia venerdì 1 con Mobrici, cantautore italiano già frontman e autore dei Canova, quindi sabato 2 spazio al Fanfara Station, trio che fonde elettronica, fiati e ritmi del Maghreb. Se Giancane, esponente della «nuova grammatica italiana», sarà sul palco il 9 aprile, il 16 aprile ci sarà un graditissimo ritorno: si tratta di Motta, cantautore e polistrumentista toscano che si appresta a cominciare il suo nuovo tour nei club e farà proprio a Livorno la sua prima tappa nella nostra regione. Per il weekend lungo del 25 aprile, il The Cage mette in programma prima il live degli Eclipses (venerdì 22), poi di Gerardo (sabato 23), quindi riabbraccerà i Modena City Ramblers nel solco di una tradizione che ormai da anni vuole la storica band combat folk sul palco del teatrino per celebrare la Festa della Liberazione. L’agenda di maggio riserva già nomi altisonanti come Coez, Tonino Carotone, Samuel e Owen, progetto solista di Mike Kinsella (leader del gruppo American Football), che arriverà a Livorno per presentare il suo nuovo album “The Avalanche”.

Ne arriveranno altri, ma intanto il piatto è già ricco e Toto Barbato, direttore artistico dell’associazione culturale The Cage esprime felicità per la ripartenza dei live e presenta una novità: “Abbiamo già riaperto per le nostre serate danzerecce, ma la nostra vera natura è quella di live club, quindi siamo molto contenti di tornare a fare il nostro lavoro e accogliere di nuovo il pubblico ai concerti, dopo i quali ci sarà sempre il nostro Cage Night Party con My Generation, mentre ogni venerdì faremo serate tematiche che spaziano da Haus of Sitrì agli sCool Party, passando per lo show “Dè Sì” a cura di LivornoGramm alle serate targate Deep Love Factory. In più, ecco la novità, lanciamo una call rivolta ai giovani artisti: mandateci sul nostro profilo Instagram The Cage Livorno i link ai vostri progetti e noi vi daremo la possibilità di esibirvi sul palco del The Cage il venerdì e il sabato in apertura di serata“.
Queste, invece, le parole di Simone Lenzi, Assessore alla Cultura del Comune di Livorno: “Siamo molto contenti che riparta la programmazione del The Cage. È stata una pausa lunga a difficile e il prezzo della pandemia è stato pagato molto dai giovani, che si sono visti togliere gli spazi di socialità. La riapertura del The Cage va nella direzione di una ripresa in questo senso ed è un segnale importante per loro, che devono poter tornare a vivere la vita che è giusto fare quando si è giovani“.

Riproduzione riservata ©