Cerca nel quotidiano:


Al via il Festival Erotica Anni ’70

Il Festival, a ingresso libero, prenderà il via giovedì 24 ottobre (alle 18) dalla TST Art Gallery (corso Amedeo 196) con una mostra fotografica dal titolo “Erotica” dove andrà in scena il mondo femminile

giovedì 17 Ottobre 2019 18:18

Mediagallery

Tst Art Gallery (Corso Amedeo, 196) propone la seconda edizione di un evento che lo scorso anno ha riscosso grande successo: il Festival Anni 70, la prima rassegna a tappe che privilegia l’arte fotografica.

L’iniziativa, ideata da TST Art Gallery è in collaborazione con la Barrocciaia di Tommaso Scalsi, Mondadori Bookstore, Taragaruz e la Gian Marco Casini Gallery. Quest’anno il Festival avrà una declinazione del tutto particolare perché sarà incentrato sul tema dell’erotismo. Il Festival cresce e si rafforza con la presenza di altre due importanti realtà: l’Agenzia Generali Livorno Via Cairoli e Daidone Immobiliare e ha il patrocinio gratuito del Comune di Livorno.

Il Festival, a ingresso libero, prenderà il via giovedì 24 ottobre (alle 18) dalla TST Art Gallery (corso Amedeo 196) con una mostra fotografica dal titolo “Erotica” dove andrà in scena il mondo femminile, svelato nei suoi momenti più intimi, una ricerca sulla sensualità che diventa forma d’arte. L’erotismo femminile come forza vitale con un “racconto di pelle”, denso e prezioso.

Presenta la mostra fotografica e l’inizio del Festival, Serafino Fasulo: classe 1955, si è laureato in Lingue e Letterature Moderne a Indirizzo Europeo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Pisa. Studioso di cinema e arte contemporanea ha ricoperto incarichi di docente nell’ambito della formazione professionale e nella scuola media. Ha diretto la programmazione audiovisiva del Teatro delle Commedie di Livorno ed è stato fondatore e gestore del Kino-Dessé. È produttore, regista di documentari e fotografo. Attualmente è impegnato, in qualità di Art Director, nel progetto “Fotografia e mondo del lavoro” presso la Fondazione Laviosa.

Sensualità ed eros dagli anni settanta in poi, volti in estasi e pose sinuose in una mostra a doppia firma: Pino Falleni e Zanzara Mug, due artisti che si incontrano artisticamente nei nostri spazi intorno all’intrigante e difficile sfida di rappresentare il sentimento dell’amore e l’irresistibile impulso della passione”. (Dalla introduzione del catalogo “Erotica”).

Giovedì 31 ottobre (ore 18) negli spazi dell’Agenzia Generali Livorno via Cairoli (via Cairoli, 21) una serata all’insegna della musica contaminata dalla fotografia d’autore. Sarà protagonista il Trio della Cattiva Strada, capitanato da Marco Pellizzon. Composto dai musicisti dello spettacolo “La cattiva strada” che presenta canzoni e monologhi ispirati alla musica e alla poesia di Fabrizio De André, un tuffo per chi lo ama, ma anche per chi vuole conoscerlo. La canzone di Marinella, Le passanti, Bocca di Rosa saranno alcuni dei brani scelti dal trio per entrare nell’atmosfera erotica della poesia di De André.

Lo spettacolo, nato a Livorno nel 2017, ha già registrato 15 sold-out, tra cui uno triplo nel gennaio al Teatro Goldonetta di Livorno in cui sono state coinvolti gli studenti della classi medie e superiori della città in due spettacoli mattutini.

Tutte le repliche e le serate anche solamente della parte musicale sono state inserite nel calendario eventi della Fondazione De Andrè ed hanno ottenuto il patrocinio della Fondazione stessa, che ha riconosciuto lo spettacolo idoneo per la divulgazione della poesia e della musica di ‪Fabrizio De Andrè. Marco Pellizzon (voce), Davide Loi (chitarra acustica) e Valentina Fortunati (chitarra classica, mandolino e fisarmonica) suoneranno immersi tra le fotografie di Claudine Caribotti, Diego Piccaluga e Stefano Tommasi, tre autori che esporranno i propri scatti in un vero e proprio percorso sul tema dell’erotismo negli spazi dell’Agenzia Generali Livorno Via Cairoli. Orario: dal lunedì al giovedì 8.45-12.45 e 15-17.30 e il venerdì dalle 8.45 alle 12.45. Il pubblico potrà incontrare gli autori dei tre percorsi fotografici giovedì 14 novembre (ore 18).

Negli spazi di Daidone Immobiliare (via Magenta,15) martedì 5 novembre (ore 18) sarà inaugurata la mostra “Erotico decollage d’interni” e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20.

E via con la mostra successiva: alla Gian Marco Casini Gallery (Via Montebello, 5) verrà inaugurata sabato 9 novembre la mostra personale di Giuseppe Desiato. Verranno esposte delle foto anni ’60 e ’70 delle performance di Desiato realizzate a Napoli in quegli anni. Il soggetto principale è il corpo. I temi delle sue opere sono, a parte ovviamente l’eros, i riti religiosi (soprattutto quelli cattolici) praticati in modo provocatorio. Ma non solo questi, per riassumere ogni cosa che gli accade intorno è rivista nel suo lavoro come denuncia e critica della società in cui vive. Tutto ciò nasce dalla sua storia: sua madre era figlia illegittima di un sacerdote, ed anch’egli era figlio di una ragazza madre. Tutto questo è sempre stato raccontato da Desiato senza filtri e senza incertezze. La mostra inaugurerà sabato 9 novembre alle ore 18 e sarà visitabile fino al 7 dicembre. Dal lunedì al sabato 10-13 e 16-20.

La Barrocciaia di Tommaso Scalsi (piazza F. Cavallotti,13), ospiterà due concerti di musica live: mercoledì 13 novembre (ore 21) si esibirà il Disperati Erotici Trio ripercorrendo la musica anni 70 e mercoledì 27 novembre (sempre alle ore 21) la musica live di Bob Luti and friends sarà alternata a reading della pubblicazione “Sessoscritto” in collaborazione con Mondadori Bookstore Livorno.

Mondadori Bookstore Livorno (via Magenta, 23) ospiterà venerdì 22 novembre (alle ore 19.30) un reading sul tema dell’erotismo: una serata di letture a tema erotico, spaziando dai grandi classici del genere ai romanzi contemporanei. Si leggeranno anche brani di romanzi che non rientrano propriamente nel genere, ma che hanno affrontato il tema del sesso e delle relazioni erotiche in maniera più o meno esplicita. Le letture saranno a cura del circolo L.a.A.V di Livorno.

Il festival si concluderà alla TST Art Gallery, spazio da cui è partito, con un incontro con Alessio Porquier sabato 30 novembre (ore 18) sul tema “Eros e Horror negli anni 70”. Particolare attenzione verrà data a due registi cult come Joe D’ Amato e Jess Franco; una carrellata quindi tra titoli bizzarri, manifesti pop e tanta libertà, nonostante la pressante censura di quegli anni.

Alessio Porquier nato nel 1975 a Livorno, da sempre è un grande appassionato di cinema, specie per quanto riguarda gli eventi organizzati che riguardano la settima arte. Dal 2000 attraverso varie importanti esperienze ha organizzato quattordici festival di cinema e tante rassegne, cercando sempre di valorizzare le storiche sale cittadine della città di Livorno. Dal 2011 insieme a Ciro Di Dato e ad uno staff di professionisti dirige la manifestazione Fi Pi Li Horror Festival di Livorno, festival tematico della paura tra cinema e letteratura, unico festival cinematografico della città di Livorno e provincia che ogni anno a fine aprile vede arrivare in città tantissimi appassionati del cinema e della letteratura di paura da tutta Italia e non solo.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.