Cerca nel quotidiano:


Al via il Festival “Racconti di Altre Danze”. Il programma

Il Festival è un progetto realizzato da Atelier delle Arti, direzione artistica di Chelo Zoppi ed Elena Giannotti. Il festival racchiude due cuori, il primo dedicato allo spettacolo: creazione, ospitalità e produzione; il secondo alla formazione: workshop, incontri e attività per il pubblico

Giovedì 7 Ottobre 2021 — 12:27

Mediagallery

Si svolgerà dal 9 ottobre al 20 novembre 2021 la quinta edizione del Festival Racconti di Altre Danze 2021 – Festival di Danza Contemporanea (clicca qui o sul link in fondo all’articolo per consultare il calendario completo degli appuntamenti).
Il Festival è un progetto realizzato da Atelier delle Arti, direzione artistica di Chelo Zoppi ed Elena Giannotti. Il festival racchiude due cuori, il primo dedicato allo spettacolo: creazione, ospitalità e produzione; il secondo alla formazione: workshop, incontri e attività per il pubblico.

Gli eventi si svolgeranno in vari luoghi cittadini: oltre che nello spazio dell’Atelier delle Arti (via Masini, 3), alla Biblioteca Bottini dell’Olio, Museo della Città, Museo Fattori (nell’ambito del Little Bit Festival del Nuovo Teatro delle Commedie), Palestra Comunale Benci e al Teatro Goldoni.

Il progetto Racconti di Altre Danze nasce nel 2017 dalla necessità di dare visibilità e rendere indipendente, autorevole e contestualizzata, nell’ambito del contemporaneo, la modalità di programmazione dello spettacolo di danza nella nostra città.

Aprire uno spazio, non solo virtuale ma anche luogo fisico, di visione della danza e della performance contemporanee, un ‘teatro’ che accolga e favorisca nuovi rapporti tra spettatore e artista, e tra arte e arte.

Il progetto, organizzato da artisti per gli artisti e per la comunità, è cresciuto grazie proprio agli artisti e alle collaborazioni con tante associazioni e istituzioni della città.

Il Festival vede anche la collaborazione del liceo Coreutico Isis Niccolini Palli e con il Dipartimento di Scienze e Forme del Sapere dell’Università di Pisa.

Riproduzione riservata ©