Cerca nel quotidiano:


Al via il “Progetto Leonardo” per i 500 anni della sua morte

Il progetto prevede una serie di appuntamenti divisi in due momenti: una prima parte si terrà tra i mesi di marzo e maggio mentre la seconda prenderà vita in autunno

Venerdì 22 Marzo 2019 — 10:55

Mediagallery

di Mariangela Ghelli

Anche Livorno parteciperà alle celebrazioni del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, genio assoluto in ogni campo del sapere: pittore, scultore, inventore, ingegnere militare, scenografo, anatomista e uomo di scienza.
A questo scopo l’Associazione di Cultura  Mediterranea Sherdan (capofila) insieme a “Caffè della scienza Nicola Badaloni”, “La Nuova Limonaia”, “Amici dei musei e monumenti livornesi” e “Concertarti”, in collaborazione con il Museo di Storia Naturale hanno elaborato il Progetto Leonardo: un calendario di appuntamenti che si svolgeranno all’interno del Museo di Storia Naturale, al Cisternino di Città e anche tramite dei percorsi didattici  per accrescere la conoscenza delle geniali intuizioni del Da Vinci in ogni campo del sapere umano coinvolgendo perciò gli istituti scolastici cittadini in veri e propri laboratori. L’intento è stimolare i ragazzi a riprodurre e rielaborare, magari attualizzandole, le opere ed invenzioni del grande Maestro. Al termine di questo processo si intende realizzare una mostra di quanto prodotto dagli studenti. Quindi, come auspicato dalla presidente di Sherdan, Lilli Catte, la mostra sarà il prodotto di un apprendimento maturato tramite il fare. Il progetto prevede poi una serie di appuntamenti divisi in due momenti: una prima parte si terrà tra i mesi di marzo e maggio mentre la seconda prenderà vita in autunno. Come sottolineato dalla vicesindaco Stella Sorgente durante la conferenza stampa di presentazione, i punti di maggior interesse di questa iniziativa sono sicuramente la nascita attraverso il canale dell’associazionismo e la partecipazione attiva degli studenti. Grande orgoglio è stato espresso, nella stessa occasione, dall’assessore alla cultura Francesco Belais che ha evidenziato come Livorno sia una delle poche città della Toscana che ha messo in atto una serie di eventi importanti per la celebrazione di questa solenne ricorrenza.

Le date degli appuntamenti – Parte degli appuntamenti sono già calendarizzati e sottolineano la modernità del genio leonardiano in ogni campo del sapere dalla Medicina alla Musica passando per arte e ingegneria.

Queste le prime date:

Mercoledì 27 marzo alle 16.30 è prevista la proiezione del film “Il piacede di essere un genio: Leonardo da Vinci” di Amasi Damiani, geniale regista livornese, al Teatro del Grattacielo alle ore 16.30.

Martedì 2 aprile alle 16.30 è prevista una conferenza del professoressa Farinella intitolata “Leonardo e arti degli Antichi” presso l’ auditorium del Museo di  Storia Naturale  del Mediterraneo.

Venerdì 3 maggio 2019 alle 16,30 al Cisternino di Città – Largo del Cisternino 13 – Livorno, conferenza della professoressa Gigetta Dalli Regoli, docente dell’ Arte medievale e moderna presso l’ Università di Pisa, “ Temi ricorrenti nell’ opera di Leonardo: la raffigurazione della natura e dell’ uomo come forma di conoscenza”.

Sabato 28 settembre alle 17.30 “I cavalieri del cornetto” eseguiranno “La musica ai tempi di Leonardo “ un viaggio musicale   attraverso le corti d’ Europa  presso Il Museo di Storia Naturale.

Giovedì 3 ottobre alle  17  è prevista  una conferenza intitolata “Il genio di leonardo “ del Dott. Greco  presso Il Cisternino di Città.

Giovedì 24 ottobre alle 16.30 è prevista una conferenza del prof. Fornaciari , professore ordinario di storia della medicina e direttore della divisione di Paleopatologia presso l’ Università di Pisa “Leonardo disegnatore del corpo Umano “

A fine novembre al Cisternino di Città sarà prevista una conferenza  intitolata “Leonardo e l’ingegneria idraulica del professor Becchi, professore Emerito di Ingegneria Idraulica di Firenze.

Riproduzione riservata ©