Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Al via la XII edizione di Livorno Music Festival. Il programma

Martedì 16 Agosto 2022 — 18:28

La Fortezza Vecchia è una delle location in cui si svolgerà il LMF. Le altre sono il Museo di Storia Naturale di Livorno in via Roma 234, la Chiesa di San Ferdinando di Livorno e il Museo Piaggio di Pontedera

Dal 17 agosto al 7 settembre 19 concerti di grande musica con artisti internazionali e giovani talenti in alcuni dei luoghi culturalmente più significativi del patrimonio storico e artistico della città e 20 corsi di alto perfezionamento strumentale e interpretazione musicale. INFO: www.livornomusicfestival.com

Al via il 17 agosto nella splendida cornice della Fortezza Vecchia, la dodicesima edizione di Livorno Music Festival. Il Festival, organizzato dall’Associazione Amici della Musica di Livorno, si svolge con il sostegno del Comune di Livorno e dell’ISSM “P.Mascagni” e con il contributo del Ministero della Cultura, della Fondazione Livorno e della Regione Toscana. Molte  le collaborazioni: Fondazione Piaggio, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Contempoartensemble e il patrocinio della Provincia di Livorno, della Fondazione Livorno Arte e Cultura e dell’Autorità di Sistema Portuale MTS e con l’appoggio di Scorpio Pubblicità, Gianni Cuccuini, Rotary Club Livorno, Oriente di Livorno. Dal 17 agosto al 7 settembre il Livorno Music Festival realizza 19 concerti in alcuni dei luoghi culturalmente più significativi del patrimonio storico e artistico della città di Livorno e 20 corsi di alto perfezionamento strumentale e interpretazione musicale, favorendo la promozione di scambi culturali internazionali e la formazione di giovani musicisti di ogni età e nazionalità. Dei 19 concerti saranno 18 quelli serali alle ore 21 e uno all’alba alle ore 6,30 a prezzi popolari (biglietti con posto unico € 10, ingresso gratuito per gli under12). Cinque i luoghi scelti per la manifestazione, la Fortezza Vecchia, il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, la Biblioteca dei Bottini dell’Olio, la Chiesa di San Ferdinando a Livorno e una trasferta al Museo Piaggio di Pontedera.

Il Festival è una manifestazione che si distingue anche per il programma che viaggia nel tempo e nello spazio, avanti e indietro lungo la storia, per recuperare luoghi, tradizioni, appartenenze, lingue musicali che hanno segnato le diverse culture del pianeta, e un po’ anche le diverse culture della città di Livorno, se pensiamo alla sua storia di città multietnica. Con una programmazione varia e differenziata, legando gli eventi musicali ad altre arti come la danza, le immagini, la poesia, il Festival fa sua la contaminazione, spaziando anche tra i diversi generi della musica: dalla classica alla contemporanea, dall’operistica delle trascrizioni strumentali al jazz, dalla musica popolare al rock, dall’improvvisazione alla musica elettroacustica. Nel concerto inaugurale ROMANO DROM, VIAGGIO NELL’ANIMA ROM di mercoledì 17 agosto ore 21 in Fortezza Vecchia immaginate di ripercorrere la storia, di trovarvi, per un momento, in un mercato orientale, in una piazza piena di colori, di musica, di odori… Viaggiate con la fantasia e assaporate l’atmosfera di gente che danza attorno a voi, al ritmo di una musica che profuma di spezie….E’ proprio questo il viaggio che vi proponiamo! Giovedì 18 agosto ore 21 al Museo di Storia NaturaleFLAUTI MAGICI, una serata dedicata alla musica da camera per flauto, clarinetto e pianoforte con brani classici e fantasie di opere di Puccini come la Bohème e la Tosca con Jürgen Franz, primo flauto solista dell’Orchestra della Radio NDR di Amburgo, le pianiste Alessandra Dezzi e Angela Panieri e tre giovani talenti del Festival. Venerdì 19 agosto ore 21 alla Chiesa di San Ferdinando – AMADEUS, un felice ritorno del Festival alla Chiesa di San Ferdinando dopo tre anni di assenza, con un concerto dedicato a Mozart con le variazioni di Saverio Mercadante su “La ci darem la mano” dal Don Giovanni per flauto solo, il Duo n.1 in sol Maggiore K 423 per violino e viola, il Quartetto in re maggiore K 285 per flauto e archi, il Quintetto in la maggiore K 581 nella versione originale per clarinetto di bassetto e archi. Protagonisti il primo clarinetto solista del Teatro alla Scala di Milano Fabrizio Meloni, le concertiste Eva Bindere al violino e Anna Serova alla viola, Jürgen Franz al flauto, e quattro giovani talenti del Festival. Sabato 20 agosto ore 21 alla Biblioteca dei Bottini dell’Olio – VIOLA PER DUE, contaminazioni per una serata dedicata alla viola e alle sue molteplici possibilità espressive per le corde di Anna Serova e Roberto Molinelli. Dal Duetto in do maggiore di Carl Stamitz, una delle figure più note della seconda generazione di compositori che erano attivi alla corte di Mannheim durante gli anni sessanta del Settecento, al Duetto n.3 in fa maggiore di Alessandro Rolla, forse il più prolifico compositore per duo d’archi, all’Italian Opera Promenade, fantasia sulle opere italiane di Roberto Molinelli su musiche di Donizetti, Rossini, Verdi, Mascagni, Puccini. Chiudono il programma Wind of Change, ballata tedesca composta nel 1989 dalla rock band degli Scorpions, ispirata ai cambiamenti politici in atto nell’Europa dell’Est, culminati con la caduta del muro di Berlino a l’Ave Maria di Astor Piazzolla, che coniuga le atmosfere più melanconiche del jazz alla struggente passionalità del tango. Domenica 21 agosto ore 21 al Museo di Storia Naturale –  FRANCK E L’ITALIA, un programma che lega alcuni capolavori italiani come la Tartiniana II di Dallapiccola e La Follia di Vivaldi, ai Sonetti del Petrarca di Franz Liszt per pianoforte dove le liriche del grande poeta italiano offrono a Liszt la possibilità di esprimere le emozioni dando risalto attraverso i suoni all’intensità espressiva dei mirabili versi, per concludere la serata con la celeberrima sonata per violino e pianoforte di Cesar Franck, una delle figure più importanti della vita musicale  francese  nella seconda metà dell’Ottocento, del quale ricorre quest’anno l’anniversario dei 200 anni dalla nascita. Protagonisti il grande violinista Pavel Berman, i pianisti Daniel Rivera e Livia Zambrini, e quattro giovani talenti del Festival. Martedì 23 agosto ore 21 alla Fortezza Vecchia – SUONI E IMMAGINI PER MODIGLIANI, un ensemble con voce e strumenti eseguirà, in prima assoluta, le musiche originali composte da 8 compositori, ispirate alle opere Autoritratto, Nudi, Ritratto di Thora Klinckowström, Giovane ragazza con i capelli sciolti (Giovane ragazza in blu), Nu Couché, Nudo con cappello, Ritratto di Raymond, del grande artista livornese. Mercoledì 24 agosto ore 21 in Fortezza Vecchia – INSPIRED BY MASCAGNI, improvvisazioni e trasformazioni dalle arie del grande operista con lo straordinario duo di Lorenzo Simoni al saxofono e Danilo Tarso al pianoforte. Le opere del compositore Livornese incontrano il mondo dell’improvvisazione, i temi più celebri di Mascagni vengono esposti nella loro naturale bellezza e poi rielaborati in maniera estemporanea, un processo di composizione inaspettato, che avviene sul momento.
Giovedì 25 agosto ore 21 in Fortezza Vecchia – CHOPIN, LISZT, protagonisti due giovani pianisti del Festival per un programma che include le melodie nobili della Fantasia op.49 e della Ballata n.4 op.52 di Chopin, la Sonata n.4 op.30 di Skrjabin, e il virtuosismo della Sonata in si minore di Franz Liszt. Venerdì 26 agosto ore 21 al Museo di Storia Naturale – TRA BACH E IL TANGO, un viaggio che parte dal misticismo di Bach e si conclude con l’Histoire du Tango di Piazzolla, passando attraverso la musica popolare di Ibert, Bartók e Villa Lobos, compositori che hanno operato nel primo Novecento, con il primo flauto solista del Teatro alla Scala di Milano Andrea Manco e il chitarrista concertista Andrea Dieci con la partecipazione di quattro giovani talenti del Festival. Sabato 27 agosto ore 21 in Fortezza Vecchia – TUTTI ALL’OPERA! Un programma operistico con musiche di Rossini, Mozart, Verdi, Mascagni e Puccini per la voce di Laura Brioli, sei giovani cantanti e Scilla Lenzi al pianoforte. Domenica 28 agosto ore 21 in Fortezza Vecchia – LATINOAMERICA, la grande musica di Pixinguinha, Paquito D’Rivera, Gustavino, Araujo, Alejandro, Abreu, Piazzolla per un concerto che mette in risalto la tradizione culturale dei Paesi del Sud America negli arrangiamenti strumentali per clarinetto, ensemble di clarinetti e pianoforte con il concertista Giovanni Riccucci, Angela Panieri e dieci giovani talenti del Festival. Martedì 30 agosto ore 21 al Museo di Storia Naturale – BEETHOVEN, BRAHMS, PROKOFIEV, un programma classico con due capolavori come il Trio in do minore op.1 n.3 di Beethoven e il Trio in do maggiore op.87 di Brahms e la bellissima sonata di Prokofiev per due violini op.56. Protagonisti il grande violinista Marco Rizzi, il violoncello di Vittorio Ceccanti, le pianiste Caterina Barontini e Livia Zambrini e quattro giovani talenti del Festival.
Mercoledì 31 agosto ore 21 in Fortezza Vecchia STAR WARS, un concerto all’insegna dei grandi classici nord americani del mondo dell’opera, del musical e del cinema, con le famosissime musiche del Porgy And Bess di Gershwin e di West Side Story di Bernstein che si conclude con Guerre Stellari di John Williams trascritte per la formazione di pianoforte a quattro mani dello straordinario e affermato Duo Vivid composto dal pianista coreano Chong Park e dalla pianista giapponese Chiharu Aizawa. Venerdì 2 settembre ore 21 in Fortezza Vecchia – SCHUMANN e BRAHMS, un programma cameristico di raro ascolto con il Bilder aus Osten op.66 per pianoforte a quattro mani e i Märchenerzählungen op.132 per clarinetto, viola e pianoforte di Robert Schumann, e le due Sonate op.120 di Johannes Brahms con Calogero Palermo, primo clarinetto dell’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam, Danilo Rossi, prima viola del Teatro alla Scala di Milano e i grandi pianisti Alessandro Deljavan e Matteo Fossi. Sabato 3 settembre ore 21 al Museo di Storia Naturale – PASSI DI FANDANGO, un concerto con musiche dedicate alla tradizione popolare spagnola come il Quintetto Fandango di Boccherini e la Danza del Molinero di De Falla con il grande chitarrista Lorenzo Micheli, Duccio Ceccanti al violino e sei giovani talenti del Festival, con interventi danzati da Patrizia Vennero e Daniela Sacco della compagnia di danza La Nueva Luz. Domenica 4 settembre ore 6,30 in Fortezza Vecchia – MUSICA ALL’ALBA, l’oramai tradizionale concerto all’Alba con un programma di brani brillanti del repertorio pianistico con musiche di Mozart, Granados, Brahms, Fauré e Liszt eseguite da un duo violino e pianoforte e cinque giovani pianisti del Festival. Domenica 4 settembre ore 21 in Fortezza Vecchia – C’E’ ARIA DI OPERA… Altro programma operistico con la soprano Patrizia Ciofi, la pianista Silvia da Boit e dodici cantanti del Festival con le musiche di Haendel, Mozart, Bellini, Donizetti, Verdi, Puccini, Mascagni. Martedì 6 settembre ore 21 al Museo di Storia Naturale – KAMMERMUSIK, l’Ottocento tedesco con la Sonata n.8 in sol maggiore op.30 n.3 per violino e pianoforte di Beethoven, i Fantasiestücke op.73 per violoncello e pianoforte di Schumann e il Trio in re minore op.11 per pianoforte, violino e violoncello di Fanny Mendelssohn Hensel, sorella del più celebre Felix Mendelssohn. Protagonisti il trio Hensel e quattro giovani talenti del Festival. Mercoledì 7 settembre ore 21 al Museo Piaggio di Pontedera – UNA SERATA CON BRAHMS per due capolavori del grande compositore come il Trio op.114 per clarinetto, violoncello e pianoforte e il Quintetto op.25 per pianoforte e archi

INFO E BIGLIETTI PER I CONCERTI

Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle vigenti disposizioni Covid-19.

I concerti in Fortezza Vecchia che si svolgeranno all’aperto, in caso di maltempo saranno spostati nei locali al suo interno. I concerti al Museo di Storia Naturale si svolgeranno in Sala del Mare. Invitiamo a visitare il sito www.livornomusicfestival.com per mantenersi aggiornati su programma e informazioni. Ingresso unico fino ad esaurimento posti; saranno disponibili posti a sedere non numerati.

LA PRENOTAZIONE È CONSIGLIATA e si può effettuare tutti i giorni dalle ore 9 alle 17 via e-mail a [email protected] oppure tramite messaggio Whatsapp o SMS al numero 3279344731 scrivendo nome, cognome, recapito telefonico o e-mail e numero dei partecipanti. In caso di rinuncia dei posti prenotati, si raccomanda di comunicarlo.

COSTO DEI BIGLIETTI PER I CONCERTI

€ 10: posto unico non assegnato
€ 0,50: ridotto  artisti e studenti del LMF
Ingresso gratuito: under 12
Per gli eventi in Fortezza Vecchia:
€ 10: concerto ore 21:00 con possibilità di apericena a € 9 dalle ore 19:30 al Bar Fortezza
€ 10: concerto all’Alba ore 6:30 con possibilità di colazione a € 2 al Bar Fortezza

I biglietti si possono acquistare il giorno stesso nel luogo dell’evento:

Dalle ore 19,30 per i concerti in Fortezza Vecchia

Dalle ore 6,00 per il concerto all’Alba in Fortezza Vecchia

Dalle ore 20,15 per i concerti in tutti gli altri luoghi

LOCATION CONCERTI

Fortezza Vecchia Piazzale dei Marmi, 57126 Livorno

Museo di Storia Naturale del Mediterraneo Via Roma 234, 57127 Livorno

Bottini dell’Olio Piazza del Luogo Pio 19, 57123 Livorno

Chiesa di San Ferdinando “Crocetta” Piazza Anita Garibaldi 1, 57123 Livorno

Museo Piaggio di Pontedera Via Rinaldo Piaggio 7, 56025 Pontedera

Tutti i dettagli su www.livornomusicfestival.com

Condividi:

Riproduzione riservata ©