Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Ancora buona musica al Mascagni

Venerdì 24 Giugno 2022 — 17:39

Nella foto tratta dal sito del Comune di Livorno

Sabato 25 giugno alle 17 il saggio del Laboratorio per archi aperto al pubblico. Il saggio prevede l’esecuzione di brani di diversi autori di diverse epoche, sui quali si misurano giovani e giovanissimi strumentisti

Sabato 25 giugno alle 17, nell’auditorium Cesare Chiti del Mascagni si tiene il saggio finale del Laboratorio per archi, condotto dalla professoressa Paola Diamanti. Il saggio, che è aperto al pubblico con ingresso libero, prevede l’esecuzione di brani di diversi autori di diverse epoche, sui quali si misurano giovani e giovanissimi strumentisti, che daranno prova dei risultati raggiunti nell’esperienza del Laboratorio. Si eseguono musiche di Helen Butterwoth, autrice di molti brani per strumenti ad arco con metodo Suzuki, Matilda Kookaburra; di Johann Pachelbel (1653-1706), il  Canone in Re maggiore;  il Concerto per Archi in Re maggiore RV 121 di Antonio Vivaldi e, passando ad autori più vicini a noi nel tempo, si ascoltano le Danze Popolari Rumene di Béla Bartók (1881-1945) e la Serenata per archi del contemporaneo statunitense Norman Leyden (1917-2014). Vediamo alternarsi, nel ruolo impegnativo di primo violino, i giovani, Leonardo Bacci, Valeria Sbragia, Stella Rizzelli e Aurora Virgili. Nell’ensemble troviamo fra i violini Aurora Cuccolo, Lorenzo Gigante, Anna Gualandi, Francesca Muleo, Olimpia Pellettier, Cecilia Pes, Pietro Satriano, Agata Sitta e Melissa Sitta; e, nei violoncelli, Beatrice Bomarsi, Giorgia Gualandi e Valentina Rossi. L’ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili, sarà consentito secondo le attuali disposizioni in merito alla prevenzione del contagio da Covid19 (mascherina FFP2).

Condividi:

Riproduzione riservata ©