Cerca nel quotidiano:


Arte. Riccardo Guarneri in mostra alla Galleria Giraldi

Sabato 18 maggio alle 18 verrà inaugurata negli spazi della Galleria Giraldi la mostra personale del pittore Riccardo Guarneri, del quale saranno esposte oltre quaranta opere relative all’intero periodo di lavoro

sabato 18 Maggio 2019 00:30

Mediagallery

Sabato 18 maggio alle 18 verrà inaugurata negli spazi della Galleria Giraldi la mostra personale del pittore Riccardo Guarneri, del quale saranno esposte oltre quaranta opere relative all’intero periodo di lavoro, che inizia nei primi anni sessanta per proseguire ininterrottamente sino ad oggi. La raccolta, che testimonia il lungo periodo di collaborazione (sessanta anni) della Galleria con l’Artista, offre un vasto panorama della evoluzione poetica e del linguaggio fortemente personale del pittore, rivolto, fin dalle prime opere, ad indagare la luce ed il segno. Luce che si identifica col “colore-luce” ottenuto per trasparenze dal bianco della tela sottostante. La mostra inizia con un’opera del 1963 e procede con quelle degli anni della Biennale di Venezia del 1966 dove la composizione geometrica è messa in discussione da un’equilibrio instabile. Le opere degli anni settanta, che rappresentano il momento più rigoroso dell’artista, raggiungono una magistrale assolutezza tra luce e struttura.
Dagli anni duemila la ricerca si esprime con immagini contrastanti tra razionalità e sentimento, struttura compositiva e sensazioni cromatiche di luce che si fondono con perfetto equilibrio.

Negli ultimi anni la pittura analitica, di cui Guarneri ha fatto parte e di cui è stato un precursore, è stata riscoperta e celebrata in Italia ed all’estero in importanti musei e gallerie.

A questa sono collegati importanti movimenti artistici europei come il gruppo Support/Surface in Francia e la Pittura Radicale in Germania, nonché il Minimalismo americano.

Nel 2017 Guarneri torna alla Biennale di Venezia (aveva esposto nel 1966 assieme a Bonalumi e Scheggi) assieme a Giorgio Griffa all’interno della mostra internazionale Viva Arte Viva a cura di Christine Macel.

Fino al 30 maggio è visitabile la mostra personale “Pittura Pittura” presso il Museo Novecento in Piazza Santa Maria Novella a Firenze.

Anche il Museo del Novecento di Milano (Piazza Duomo) dal 23 febbraio ha inserito una sua  grande opera in esposizione permanente nell’ambito della riorganizzazione del percorso museale.

Proprio nei mesi di aprile e maggio la Rosenfeld Porcini Gallery di Londra espone una personale ad Art Brussels ed a Freeze Art Fair di New York

RICCARDO GUARNERI – NOTE BIOGRAFICHE – Nato nel 1933 a Firenze, dove vive e lavora, Riccardo Guarneri inizia a dipingere nel 1953, alternando la pittura all’attività musicale. Dopo una breve stagione informale, dal 1962 intraprende una ricerca fondata sul segno e sulla luce, intesi come principali oggetti di studio all’interno di un impianto geometrico minimale. Esordisce all’Aja nel 1960 con la prima mostra personale. Sei anni dopo partecipa alla Biennale di Venezia e alla mostra Weiss auf Weiss alla Kunstalle di Berna. Nel 1967 è invitato alla Biennale di Parigi nella sezione “Nuove Proposte”. Nel 1972 tiene la prima antologica al Westfalischer Kunstverein di Münster. Nel 1973 e nel 1986 partecipa alle Quadriennali di Roma e nel 1981 espone al Palazzo delle Esposizioni nella mostra Linee della ricerca artistica in Italia 1960-1980, che sarà ospitata anche alla Kunsthalle di Colonia nel 1997. Nel 2000 realizza il progetto per il mosaico di 24 mq della stazione Lucio Sestio della metropolitana di Roma. Nel 2004, presso la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, si tiene la mostra antologica Contrappunto luce che viene accompagnata da un catalogo con saggi critici di Giovanna Uzzani e Maria Grazia Messina. Dalla metà degli anni 2000, nell’ambito di un rinnovato interesse critico sulla pittura analitica, partecipa a numerose mostre collettive, in Italia e all’estero, tra cui quelle presso la Galleria d’Arte Moderna di Udine, la galleria Mazzoleni Art di Londra, Palazzo della Gran Guardia di Verona, la Galleria Mazzoleni di Torino, Villa Contarini e Rocca di Umbertide. Negli stessi anni ha esposto in numerose mostre personali in Italia e all’estero. Nel 2007 partecipa a Pittura Analitica, anni ’70 al Palazzo della Permanente di Milano, l’anno successivo è tra gli artisti di Pittura Aniconica presso la Casa del Mantegna di Mantova e nel 2011 prende parte a Percorsi riscoperti dell’arte italiana – VAF-Stiftung 1947- 2010 al Mart di Trento e Rovereto. Nel 2017 torna alla Biennale di Venezia all’interno della mostra internazionale Viva Arte Viva a cura di Christine Macel. Nel 2016/2018 tiene personali a New York e Londra. Recentemente il Museo del Novecento di Milano ha inserito una sua opera nell’ambito della riorganizzazione del percorso museale. Alla carriera artistica ha affiancato quella di docente, insegnando pittura nelle Accademie di Belle Arti di Carrara, Bari, Venezia e Firenze. Guarneri è inoltre Accademico Emerito per l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.