Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Collesalvetti e le sue frazioni, incursione letteraria per la Giornata del 25 novembre

Martedì 22 Novembre 2022 — 11:51

“A voce alta” è un’incursione letteraria itinerante nata con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’eliminazione della violenza contro le donne, attraverso azioni di animazione sociale diffuse sul territorio, promossa dal Gruppo di Lettura della Pro Loco Nugola

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il Gruppo di Lettura Nugola e il Circolo LaAV di Livorno in collaborazione con il Comune di Collesalvetti e la Commissione Pari Opportunità, con la partecipazione dei Consigli di Frazione di Nugola, Vicarello, Collesalvetti, Guasticce e le Pro Loco di Nugola e Collesalvetti, hanno organizzato, per il pomeriggio di venerdì 25 novembre, “A voce alta”, un’incursione letteraria itinerante nata con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’eliminazione della violenza contro le donne, attraverso azioni di animazione sociale diffuse sul territorio. Il pomeriggio si aprirà alle ore 15.30 alla panchina rossa di Guasticce (parco pubblico via Lopez) e, contemporaneamente, a Nugola (parco pubblico via degli Ulivi); alle 16.30, i due gruppi confluiranno alla panchina rossa di Vicarello (piazza Macchi) e, infine, alle 17.30 a quella di piazza della Repubblica a Collesalvetti.
Attorno alla panchina, saranno lette storie di donne che hanno subito nella loro vita violenze psicologiche, fisiche, economiche e verbali da parte di uomini. Le letture, ovvero brani tratti da romanzi, testimonianze, biografie, racconteranno le storie di donne provenienti dall’America, dall’Asia, dall’Africa e dall’Europa. Saranno storie locali e storie internazionali che apriranno gli occhi e il cuore sulle realtà tuttora
esistenti nel mondo: un modo per dare voce, attraverso il libro-reportage “Donne Ingannate” di Giuliana Sgrena, “La Ciociara” di Alberto Moravia, “Il corpo ricorda” ( autobiografia della violenza subita dalla scrittrice Lacy Johnson da parte del suo ex compagno), “Il caos da cui veniamo” di Tiffanu Mc Daniel, i saggi di Michela Murgia e Serena Dandini, “Resta con me” di Ayobami Adebayo, “Le figlie del mare” di Mary Bracht, “Il silenzio delle ragazze” Barker, Firdaus Nawak al Sa’dawi, a chi la voce non può utilizzarla proprio a causa delle violenze esercitate da chi dice di amarle. “Quella dell’incursione letteraria – ha sottolineato l’Assessore alle Associazioni Sara Paoli – è un’iniziativa che coinvolge l’intero territorio. La cultura è, infatti, la chiave di volta per creare nuove reti in grado di unire, non solo il mondo degli adulti ma, soprattutto, quello dei più giovani”. Nato due anni fa, il Gruppo di Lettura della Pro Loco Nugola, ha scelto di celebrare e sottolineare l’importanza di alcune ricorrenze, proprio grazie alla letteratura, focalizzando l’attenzione sui valori fondativi della Costituzione. Un’attività che vede impegnato anche il Circolo Letture ad Alta Voce di Livorno attivo sul fronte della promozione della lettura attraverso un servizio di lettura ad alta voce presso residenze, carceri e istituti scolastici. Ad ogni incursione letteraria seguiranno personalizzazioni e azioni integrative, quali, ad esempio, installazioni, canti e musiche curate dalle Pro Loco e dai Consigli di Frazione. Il pomeriggio si concluderà con una nuova incursione nella Sala Conferenze della Biblioteca Comunale “Chiara Cataldi”, dove, alla ore 18.00, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità del Comune di Collesalvetti, l’Avvocato Francesca Salvadorini (consigliera CPO), dopo i saluti dell’Assessore alla Cultura e Presidente della CPO Adriana Ciurli, presenterà il romanzo “Il rumore della luna di Giove”, scritto da Elisa Sironi e Sergio Consani. Una storia densa di umanità e di sofferenza, un giro nell’inferno dell’abuso sessuale ma, soprattutto, un grido di speranza. Da un lato, un grido per le donne, rappresentate dalla psicologa Virginia; dall’altro, un grido per quei padri, come l’insegnante di musica e chitarra Valerio, che vedono le proprie figlie allontanarsi sempre di più.

Condividi:

Riproduzione riservata ©