Cerca nel quotidiano:


Il Conservatorio presenta il Festival Pietro Nardini

Il Festival è organizzato, nella ricorrenza del 300esimo anniversario della nascita del compositore, dal Conservatorio Mascagni, dall’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti livornesi, dall’Associazione Amici dell’Istituto Pietro Mascagni

Giovedì 31 Marzo 2022 — 10:08

Mediagallery

Via al Festival Pietro Nardini (Livorno 12, aprile 1722 – Firenze 7, maggio 1793), un violinista da Livorno all’Europa, che si svolgerà il 12 e 13 aprile a Livorno, all’Auditorium del Museo di Storia Naturale di Villa Henderson e al Teatro 4 Mori (clicca qui o sul link in fondo all’articolo per consultare il pdf del programma). Il Festival è organizzato, nella ricorrenza del trecentesimo anniversario della nascita del compositore livornese, dal Conservatorio Pietro Mascagni, dall’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti livornesi, dall’Associazione Amici dell’Istituto Pietro Mascagni, con la compartecipazione del Comune di Livorno, in collaborazione con il Centro Studi Luigi Boccherini di Lucca e con il contributo di Ottica Mugnai di Livorno. Il Comitato Scientifico del Festival è composto da Marie Rouquié, Enrico Gatti, Matteo Giuggioli, Federico Marri, che del Festival è anche direttore artistico, e del direttore del Conservatorio di Livorno Renato Meucci.
Il Festival sarà illustrato lunedì 11 aprile alle 10:30, nell’Auditorium Cesare Chiti del Conservatorio Mascagni, da Simone Lenzi, assessore alla cultura de Comune di Livorno; Marco Luise, presidente del Conservatorio Pietro Mascagni di Livorno; Renato Meucci, direttore del Conservatorio Pietro Mascagni di Livorno; Anna Maria Pecchioli Tomassi, presidente dell’associazione Amici dei Musei e dei Monumenti Livornesi; Massimo Camerini, presidente dell’associazione Amici dell’Istituto Mascagni; Federico Marri, direttore artistico del Festival.

Le due giornate di studio del Festival prevedono per martedì 12 aprile alle 17:00, nell’Auditorium di Villa Henderson, la conferenza di Federico Marri su Pietro Nardini: la vita, l’opera, la scuola e il giorno successivo, mercoledì 13 aprile alle 17: ancora nell’Auditorium di Villa Henderson, Matteo Giuggioli è relatore sul tema Sonata e quartetto all’ombra dei Quattro Mori. Due sono i concerti, a ingresso libero, che si tengono al Teatro 4Mori.

Martedì 12 aprile, alle 21, per il concerto dal titolo La nascita del quartetto d’archi l’Ensemble Symposium – composto da Giacomo Catana e Valentina Russo al violino, da Simone Laghi alla viola e da Cristina Vidoni al violoncello esegue musiche di Nardini, Mozart Boccherini e Giuliani.

Il successivo mercoledì 13 Aprile, alle 21:00, un concerto su musiche del compositore livornese dal titolo Pietro Nardini tra violino e flauto. Ne è interprete l’Ensemble Aurora, che vede Marcello Gatti al flauto traversiere, Marie Rouquié ed Enrico Gatti al violino, Cristina Vidoni al violoncello e Guido Morini, clavicembalo.

L’accesso all’Auditorium di Villa Henderson e al Teatro 4 Mori è consentito secondo le norme per la prevenzione del rischio di contagio da Covid19. Nel programma complessivo del festival, allegato alla nota presente, si trova il curriculum di ciascuno dei membri del Comitato Scientifico, dei relatori delle conferenze di Villa Henderson del pomeriggio del 12 e 13 aprile, e degli esecutori dei due concerti, che si tengono al 4Mori alle 21:00 del 12 e 13 aprile.

Riproduzione riservata ©