Cerca nel quotidiano:


Cortomuso Festival, in scena l’elettronica di “Iosonouncane”

Iosonouncane inizia pubblicando sulla piattaforma Myspace alcune canzoni composte e suonate con l’utilizzo di loop e campionatori. Il disco d’esordio del 2010, “La Macarena Su Roma”, fonde elettronica lo-fi e cantautorato classico

Venerdì 27 Agosto 2021 — 10:08

Mediagallery

Cortomuso Festival, l’evento di musica live indie pop che fino al 29 agosto animerà l’Ippodromo Caprilli di Livorno, porta sul palco venerdì 27, ore 21:30, la ricerca musicale e la sperimentazione artistica di Iosonouncane (nella foto di Silvia Cesari inoltrata dall’ufficio stampa della manifestazione). Ad attendere gli spettatori quella che Rolling Stones ha definito una “gigantesca orchestra spaziale”: due i musicisti che accompagneranno Jacopo Incani (questo il vero nome dell’artista) alle tre postazioni elettroniche. Nessun computer, solo macchine: cinque synth, organi e campionatori da modificare continuamente. Il tour di questa estate anticipa quello annunciato nel 2019 in cui Incani avrebbe dovuto presentare in anteprima assoluta il suo nuovo album, “IRA”, e che causa Covid è stato rimandato a dopo il 2021.

L’ARTISTA. Iosonouncane inizia pubblicando sulla piattaforma Myspace alcune canzoni composte e suonate con l’utilizzo di loop e campionatori. Il disco d’esordio del 2010, “La Macarena Su Roma”, fonde elettronica lo-fi e cantautorato classico in una sorta di “comizio elettronico”, un grido che rivendica l’urgenza della propria voce dalla postazione di un grigio call center bolognese. Nel marzo del 2015 esce “DIE”, l’album che consacra il musicista sardo ai vertici del panorama indie; il singolo “Stormi” viene certificato oro da FIMI e ad oggi vanta 8 milioni di stream solamente su Spotify. Compositore e produttore artistico (nel 2018 ha prodotto il disco “Infedele” di Colapesce e nel 2019 “Coma” di Dino Fumaretto), Iosonouncane è anche arrangiatore: la sua ultima proposta musicale, “IRA”, è un disco dove il testo è scarnificato e via via ridotto ai minimi termini, la musica è studiata ossessivamente in ogni singola parte, nota e accento e il risultato finale dipinge un paesaggio sonoro fitto e sconfinato in cui si intrecciano elettronica, psichedelia, echi del Maghreb e reminiscenze jazz. L’album è tra i cinque dischi candidati alla Targa Tenco del 2021.

CORTOMUSO FESTIVAL. Organizzato da Fondazione L.E.M. – Livorno Euro Mediterranea per il Comune di Livorno, con la produzione di The Cage e la collaborazione di Musiche Metropolitane, ha un cartellone di concerti in programma dal 20 al 29 agosto all’Ippodromo Caprilli. E proprio all’ippica che si ispira il suggestivo titolo di questo evento: il cavallo che al fotofinish vince di pochi centimetri vince appunto di un “corto muso”.

I BIGLIETTI.  Sold out il concerto di Manu Chao di domenica 29, per tutti gli altri concerti prevendite aperte sia su Vivaticket che su dice.fm. Ogni sera, dalle ore 19, è aperta la biglietteria presso l’Ippodromo Caprilli, dove si possono acquistare biglietti sia per la sera stessa che per gli spettacoli dei giorni successivi.

Riproduzione riservata ©