Cerca nel quotidiano:


“Effetto Venezia e dintorni”. Ecco tutte le novità dei due weekend

Novità di quest'anno l'obbligo di prenotazione, dal 17 agosto, sul sito livorno-effettovenezia.it oppure allo stand in piazza del Luogo Pio. Circa 70 rappresentazioni in 14 luoghi dal 21 al 23 agosto e dal 28 al 30 agosto

Sabato 8 Agosto 2020 — 07:52

di Jessica Bueno

Mediagallery

"E dintorni" perché la kermesse non vedrà protagonista solamente il quartiere Venezia ma si estenderà in piazza della Repubblica, piazza Venti Settembre, piazza Cavallotti, piazza del Legnami e piazza Garibaldi. Coinvolti artisti e maestranze di tutta la città

Una trentacinquesima edizione a cui non si è voluto rinunciare e che vuol essere un segnale di rinascita e di speranza post lockdown per la città. Torna così, con nuovi accorgimenti ed un nuovo nome, “Effetto Venezia e dintorni-A cielo aperto(foto Amore Bianco, in fondo all’articolo il programma delle mostre e degli eventi), la tradizionale kermesse estiva livornese: 6 serate (venerdì 21-sabato 22-domenica 23 agosto e venerdì 28-sabato 29-domenica 30 agosto) di cultura e divertimento a cielo aperto, di teatro, arte, musica, comicità, mercatini, videoproiezioni, gite in battello. “E dintorni”, perché non vedrà protagonista solamente il quartiere Venezia ma si estenderà anche in piazza della Repubblica, piazza Venti Settembre, piazza Cavallotti, piazza del Legnami e piazza Garibaldi. Un’edizione che punta a rilanciare non solo il commercio, ma anche l’arte a tutto tondo, col coinvolgimento di numerose compagnie di artisti. “Abbiamo deciso di lavorare ponendoci degli obiettivi – afferma il sindaco Luca Salvetti – In primis dare un contributo concreto alla cultura, un settore che ha sofferto e che continua a soffrire a causa del Coronavirus. In secundis abbiamo allargato il raggio d’azione della manifestazione, abbracciando un suggerimento della questura, per diluire le presenze e mantenendo più alti gli standard di sicurezza. E’ un grande e bellissimo lavoro di squadra dove ognuno dei partecipanti sta dando un grande contributo”. Una delle novità di quest’anno sarà l’obbligo di prenotazione degli eventi che sarà possibile effettuare dal 17 agosto sul sito internet di Effetto Venezia oppure recandosi in piazza del Luogo Pio dove verrà allestito un info Point dedicato. Il programma, consultabile anch’esso sul sito internet, sarà articolato su due weekend consecutivi e prevede circa 70 rappresentazioni su 14 luoghi. Verranno sfruttati circoli nautici, cantine, vie d’acqua, i fossi, le spallette, le Fortezze, il Mercato Centrale. Vi confluiranno anche appuntamenti di manifestazioni come il Livorno Music Festival ed il Deep Festival. Nel polo culturale del Bottini dell’Olio si potranno visitare due importanti mostre: “Progressiva” al Museo della Città e quella personale di Dario Ballantini negli spazi della biblioteca, mentre in piazza Anita Garibaldi vi sarà l’esposizione di fotografie dedicate al lavoro in tempo di pandemia. “Sarà un’edizione da ricordare – sostiene l’assessore al commercio ed al turismo Rocco Garufo – per la lunghezza e la durezza del lavoro che abbiamo messo in campo. La mostra di Modigliani aveva indicato una rotta precisa da seguire per il rilancio di questa città sia in campo economico che culturale, ma il Coronavirus è stato un grosso impedimento. Impedimento da cui ripartire rimboccandosi le maniche. Siamo riusciti a mettere in piedi questa manifestazione, un atto di coraggio”. “Quest’anno abbiamo giocoforza sperimentato un cambio di mentalità – dice l’assessore alla cultura Simone Lenzi – Abbiamo visto sedute intorno allo stesso tavolo delle realtà diverse che prima non riuscivano neanche a comunicare e che invece, collaborando, hanno contribuito a creare straordinarie kermesse e notevoli spettacoli. Il mio ringraziamento va a chi ha partecipato attivamente a queste riunioni e che ha capito che era giunto il momento di cominciare a pensare insieme”. Ai palchi si accederà da 14 varchi ognuno dei quali presidiato da operatori con il termoscanner per misurare la temperatura corporea. Il varco vicino al palazzo comunale sarà riservato alle persone diversamente abili. Sono inoltre previste navette con partenza e arrivo dal parcheggio del Modigliani Forum ed un servizio gratuito su prenotazione rivolto alle persone diversamente abili. “Sarà un’edizione straordinaria – conclude la direttrice artistica Francesca Ricci – A cielo aperto. Non è stato facile organizzare il tutto, portare avanti il progetto è stato un vero e proprio atto di coraggio, ma sono felice e lusingata di aver portato a termine l’obiettivo. Un forte ringraziamento va all’amministrazione comunale, nella quale ho trovato un forte senso umano e grande collaborazione”. La manifestazione è organizzata dal Comune di Livorno con la collaborazione della Fondazione LEM (Livorno Euro-Mediterranea) e della Fondazione Goldoni. Patrocinio della Regione Toscana.

Riproduzione riservata ©