Cerca nel quotidiano:


Emanuele Salce sul palco con “Mumble mumble”

Lo spettacolo è un tumulto di ricordi grotteschi e surreali, un intreccio di cultura e provocazione, di traiettorie impreviste

Sabato 16 Febbraio 2019 — 00:09

Mediagallery

Tre funerali e tanta ironia. I confini spaziali e temporali si rompono e lo spettacolo diventa una vicenda esterna a noi nella quale perderci e interna nella quale ridefinirsi. Lo sa bene Emanuele Salce che nel suo spettacolo “Mumble mumble” racconta tre morti, due e mezzo in verità. Sabato sera, 16 febbraio, alle 21,15 il Centro Artistico Il Grattacielo ospiterà il brillante attore figlio d’arte, nell’ambito della rassegna Teatro al Centro. Dopo oltre trecento repliche e otto anni di applausi e apprezzamenti dalla critica nazionale, il pubblico livornese incontra Salce, insieme al discreto personaggio-spettatore Paolo Giommarelli, ora complice, ora provocatore di una confessione che parla di personaggi pubblici e allo stesso tempo teneramente privati. Emanuele Salce narra la storia del funerale di suo padre naturale Luciano Salce; quella di suo padre adottivo e secondo marito di sua madre, Vittorio Gassman e infine, quella metaforica, la sua.

Lo spettacolo è un tumulto di ricordi grotteschi e surreali, un intreccio di cultura e provocazione, di traiettorie impreviste.

Nelle prove in camerino di un teatro parrocchiale, di una sperduta provincia italiana, il protagonista cerca di conciliare la verità assoluta che trova nelle pagine di Dostoeskvij, ai momenti più grotteschi dei funerali dei suoi due padri, dove spiccano personaggi singolari e bizzarri. Lo spettacolo si chiude con l’incontro con una bionda australiana ed una boccetta di lassativi.

Per informazioni telefonare in serata allo 0586-89.0.093 oppure scrivere un messaggio all’indirizzo e-mail: [email protected].

Riproduzione riservata ©