Cerca nel quotidiano:


Festival Livorno al Centro: 3 giorni di musica e spettacoli. Il programma

“Livorno al Centro. Arte e Cultura Livornese al Centro dell’attenzione” torna anche quest'anno e si svolgerà con attrazioni di vario genere durante il fine settimana, da venerdì 25 a domenica 27 giugno. Il programma

Martedì 22 Giugno 2021 — 18:47

Mediagallery

Una esplosione di vitalità, tre giorni di eventi al centro della città con una serata conclusiva all’interno delle Terme del Corallo che verrà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook di Livorno al Centro

Anche quest’anno tutti gli spettacoli saranno gratuiti: sempre più  ricco ed interessante il programma di Livorno al Centro. Arte e Cultura Livornese al Centro dell’attenzione”, festival di arte, cultura e spettacolo, che come ogni anno si svolgerà nella città labronica con attrazioni di vario genere durante il fine settimana, da venerdì 25 a domenica 27 giugno. Il festival è stato presentato a Palazzo Comunale alla presenza dell’assessore alla cultura Simone Lenzi e del direttore artistico Riccardo della Ragione (clicca sul link al Pdf in fondo all’articolo per consultare il programma). L’idea del festival, giunto ormai alla sua sesta edizione, nasce dalla necessità di rilanciare il centro città e dalla voglia di valorizzare i talenti artistici e culturali livornesi. Il festival, ideato da Riccardo Della Ragione, è realizzato in compartecipazione con il Comune di Livorno e con la collaborazione della Fondazione Teatro Goldoni. Saranno tante le iniziative che coinvolgeranno le piazze cittadine, alcune verranno trasmesse in diretta streaming per agevolare l’organizzazione del Festival e aiutare il rispetto delle regole anti-Covid.

“Con Livorno al Centro la città di Livorno festeggia la tanto agognata ripresa di una quasi normalità dopo un difficile anno e mezzo a causa della pandemia – ha affermato l’assessore alla Cultura Simone Lenzi ed ha proseguito parlando degli eventi che animeranno l’estate livornese – Con orgoglio sottolineo che questa estate a Livorno si terranno 240 eventi da ora a settembre. Un numero impressionante, ascrivibile alla nuova vitalità della città che torna ad esprimersi dopo l’emergenza sanitaria. Partendo da una semplice considerazione, ovvero che con la pandemia tutta una serie di categorie sociali ha risparmiato il 18% di capitale, diventa una conseguenza che la copiosa offerta di tante occasioni culturali, spettacolari e altro, stimoli la voglia di uscire e partecipare a tutti gli eventi proposti. Livorno al Centro è il primo grande evento dell’estate livornese, realizzato grazie alla sinergia e al desiderio di fare rete di artisti, associazioni, commercianti, che si spalma in tutta la città e tocca 15 luoghi, dal lungomare alle Terme del Corallo”. “L’evento di quest’anno con il con il contributo dell’Amministrazione Comunale – ha spiegato Riccardo della Ragione, direttore artistico del Festival – ha trovato il pieno sostegno di artisti locali, associazioni culturali, attività commerciali, Ccn, guide ed operatori turistici. Tutti questi soggetti hanno affiancato il progetto che ogni anno diventa più ricco, partendo dal concetto di valorizzare la città, con l’obiettivo di un risveglio culturale e turistico di Livorno. L’intento è anche quello di far vivere la città agli ospiti che giungeranno da altre parti della Regione, attivando la cultura dell’accoglienza e trasformandola in una risorsa, soprattutto dopo la pandemia”.
Come avvenne nella scorsa edizione, il Concerto inaugurale del Festival sarà trasmesso in diretta streaming dall’Accademia Navale di Livorno ed avrà come argomento centrale il valore della leadership, verrà evidenziata l’importanza dei riferimenti che ispirano al miglioramento personale, una riflessione condivisa con l’Ammiraglio Comandante Sergio Biaggi, la Professoressa Angela Dalena, l’assessore alla Cultura Simone Lenzi, il Direttore del Teatro Goldoni Mario Menicagli, il Direttore Artistico del Festival Riccardo Della Ragione. Quest’anno in modo particolare il Festival ha trovato la collaborazione e il pieno sostegno di associazioni culturali, artisti locali, attività commerciali, ccn, guide ed operatori turistici, tutti con l’obiettivo comune di mettere nuovamente Livorno al Centro. Una esplosione di vitalità, tre giorni di eventi al centro della città con una serata conclusiva all’interno delle Terme del Corallo che verrà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook di Livorno al Centro. Faremo un tuffo nel passato riassaporando l’atmosfera dei primi del 900 con un ritorno alla “Belle Epoque” in cui tutti i partecipanti saranno in costume dell’epoca. (per motivi di sicurezza è stata organizzata a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria). In questa sesta edizione del festival, la premiazione dei talenti livornesi scelti dall’Assessore alla Cultura Simone Lenzi, verrà fatta nella giornata di apertura, il venerdì alle 20 all’interno della Fortezza Vecchia. Verranno premiati con una medaglia d’oro due talenti livornesi scelti tra i tanti che la città offre: Valentina Boi, soprano lirico, Ciccio Valenti conduttore Radio e TV. In ognuna delle piazze coinvolte saranno attivi per tutta la durata della manifestazione punti di ristoro che propongono una vasta gamma di offerte gastronomiche, dalle cene tipiche livornesi a base di cacciucco agli aperitivi con degustazione di vini, dai cocktails alla pasticceria artigianale e snack bar. Sulla Terrazza Mascagni sarà possibile degustare cibo 100% vegetale con prodotti locali. Contemporaneamente alle iniziative musicali e culinarie organizzate nel centro della città, verranno proposte dalle Guide cittadine, i tour culturali e storici della città ed i Tour in Battello.

Come ogni anno in occasione del Festival “Livorno al Centro” sono state organizzate anche una serie di conferenze che pongono l’attenzione sulle varie tematiche che riguardano la città dal punto di vista architettonico e della possibile gestione ecologica. Al Gazebo della Terrazza Mascagni, un gruppo nutrito di Associazioni (Reset Livorno, Acchiapparifiuti Livorno, FIAB  Livorno, A.N.P.A.N.A Livorno, Stop Finning, Quartieri Uniti Eco-Solidali Livorno) hanno dato vita ad una iniziativa che, prendendo spunto dall’Agenda 2030, si concretizza con una Conferenza sulla Cultura delle buone pratiche ed una Mostra documentaria e fotografica tesa a far nascere riflessioni e spunti per aprire un dialogo tra le associazioni e la cittadinanza. L’obiettivo è quello di sensibilizzare e informare al fine di rendere le persone consapevoli del peso che hanno le loro scelte, a cominciare da quelle alimentari e sull’ambiente. In piazza Attias l’associazione culturale “Il Pentagono”, propone una Conferenza sulla ricostruzione della città di Livorno dopo gli eventi bellici della II guerra mondiale, il “caso Attias”. Intervengono Marcello Paffetti, Massimo Sanacore, Stefano Ceccarini.

Riproduzione riservata ©