Cerca nel quotidiano:


In una doppia mostra le foto selezionate del concorso “Il lavoro a Livorno nonostante il Covid 19”

Sarà inaugurata venerdì 21 agosto a Livorno con due distinti appuntamenti: alle 19 in piazza Anita Garibladi nell'ambito di Effetto Venezia e alle ore 21.30 alla Fondazione Carlo Laviosa in via della Posta, 44

Mercoledì 19 Agosto 2020 — 17:41

Mediagallery

Via alla doppia mostra fotografica dal titolo “Il lavoro a Livorno nonostante il Covid 19”, curata dall’art director Serafino Fasulo, che sarà inaugurata venerdì 21 agosto a Livorno con due distinti appuntamenti: alle 19 in piazza Anita Garibladi nell’ambito di Effetto Venezia e alle ore 21.30 alla Fondazione Carlo Laviosa in via della Posta, 44.

L’esposizione è stata presentata questa mattina nei locali della Fondazione Laviosa alla presenza del presidente della Fondazione Giovanni Laviosa, del consigliere Piero Starita, dell’art director Serafino Fasulo e dell’assessore alla Cultura del Comune di Livorno, Simone Lenzi.

Le immagini saranno esposte in formato macro in piazza Anita Garibaldi nel corso dei giorni in cui si svolgerà Effetto Venezia (21, 22 e 23 agosto e 28, 29 e 30 agosto) e poi in piazza del Luogo Pio (24 ore su 24) e, in formato più piccolo, negli spazi espositivi della Fondazione Carlo Laviosa presso la sede della stessa in via della Posta, 44.

“Il lavoro a Livorno nonostante il Covid 19”era il titolo del concorso fotografico promosso dalla Fondazione Carlo Laviosa e dal Comune di Livorno. Si trattava del terzo concorso fotografico, ma quello di quest’anno era davvero particolare perché si svolgeva poco dopo la fine del lockdown e rappresentava uno dei primissimi eventi dedicati alla cultura a Livorno. Il concorso era rivolto a tutti: fotoamatori e professionisti, e gli scatti dovevano raccontare il lavoro di tutti coloro che in tanti settori non si sono mai fermati, consentendo alla città di andare avanti.

Il progetto espositivo si svolgerà in due modalità e con una nota speciale, anche perché una parte sarà all’aperto, quindi non nella consueta sede museale di Villa Mimbelli, ma in piazza Anita Garibaldi (adiacente a piazza del Luogo Pio). Le foto, in questa prima modalità, saranno in grande formato su pannelli fissi e visitabili per il periodo di Effetto Venezia 24 ore su 24 e dal 31 agosto al 4 ottobre in piazza del Luogo Pio sempre 24 ore su 24.

Le stesse immagini (in formato più piccolo) saranno oggetto di una mostra che aprirà il 21 agosto (ore 21.30) negli spazi espositivi della Fondazione Carlo Laviosa (via della Posta, 44). In questa sede l’esposizione proseguirà, a ingresso gratuito, fino al 4 ottobre (solo il venerdì, sabato e domenica) con le seguenti aperture:

Venerdì 21/sabato 22/domenica 23 agosto ore 18.00-23.00

Venerdì 28/sabato 29/domenica 30 agosto ore 18.00-23.00

Venerdì 4/sabato 5/domenica 6 settembre ore 18.00-20.30

Venerdì 11/sabato 12/domenica 13 settembre ore 18.00-20.30

Venerdì 18/sabato 19/domenica 20 settembre ore 18.00-20.30

Venerdì25/sabato 26/domenica 27 settembre ore 18.00-20.30

Venerdì 2/sabato 3/domenica 4 ottobre ore 18.00-20.30

Le foto in mostra sono di: Elide Cataldo, Roberta Lorenzi, Rossana Bua, Francesco Martinelli, Gianmario Pugliese, Ilaria Bonucci, Francesca Martinelli, Irene Thot, Simona Simoncini, Piergiorgio Corradin, Davide Paolini, Andrea Vadacca, Luca Brini, Tommaso Lucchesi, Simone Lanari, Debora Adimari, Andrea Benassi, Laura Bolognesi, Gabriele Milani.

Si possono concordare visite su appuntamento in altri orari telefonando allo 0586-1837460.

Riproduzione riservata ©