Cerca nel quotidiano:


“La forma del silenzio”. Silvia Bartolini in mostra a Effetto Venezia

Si tratta di un'originale esposizione di dipinti che si svolgerà nella cripta della chiesa di Santa Caterina

lunedì 29 Luglio 2019 16:53

Mediagallery

Si intitola “La forma del silenzio” la nuova personale dell’artista livornese Silvia Bartolini in mostra a Effetto Venezia 2019 (31 luglio- 4 agosto) nella suggestiva cripta della Chiesa di Santa Caterina. L’esposizione riunisce circa 20 opere di recente realizzazione, alcune mai esposte prima, che segnano una nuova tappa dell’evoluzione pittorica dell’artista.
Ancora la medusa, la fluttuante ed evanescente medusa, il soggetto principale dei quadri in mostra, ora in blu, ora in rosa, ora in giallo, ora raffigurata singola, talvolta in colonie.
Da qui il titolo della mostra “La forma del silenzio” dove il silenzio è rappresentato proprio dalla medusa, da questo enigmatico ed immortale essere che prende “forma” e sale in superficie in una esplosione di colori.
Una pittura altamente simbolica quella dell’artista Silvia Bartolini che induce a riflessioni: la medusa che sta a rappresentare il nostro io, il nostro essere più profondo e recondito che sale dagli abissi del mare per uscire allo scoperto e rivelarsi in una esplosione di fiori dai mille colori.
Niente di più idoneo dell’austera cripta della chiesa, luogo particolarmente intimista,  per far emergere e risaltare queste opere che sprigionano gioia e vitalità.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.