Cerca nel quotidiano:


La Pinacoteca Servolini “Alla scoperta di Charles Doudelet”: nuova puntata in onda FB

Sotto i riflettori della Pinacoteca colligiana troviamo stavolta l’appassionante e ancora poco noto debutto del belga Charles Doudelet nell’ambito del Gruppo esoterico Kumris, costituitosi nel 1890 e impegnato tra il 1891 e il 1892 nella fondazione di una “Sezione Plastica”

Venerdì 4 Giugno 2021 — 15:49

Mediagallery

In onda sabato 5 giugno 2021, sull’account della bacheca Facebook della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, una nuova e inedita puntata della rubrica “Alla scoperta di Charles Doudelet”, promossa dal Comune di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli per accompagnare il pubblico verso una più articolata e organica consapevolezza storiografica relativa alla presenza dell’artista belga sul nostro territorio.

Sotto i riflettori della Pinacoteca colligiana troviamo stavolta l’appassionante e ancora poco noto debutto del belga Charles Doudelet nell’ambito del Gruppo esoterico Kumris, costituitosi nel 1890 e impegnato tra il 1891 e il 1892 nella fondazione di una “Sezione Plastica”.

Se la stagione più rigogliosa sotto il profilo della nascita di nuove sezioni destinate a imporre ciascuna una propria fisionomia e ad affrontare impegnative disquisizioni teoriche incentrare sulla classificazione delle arti si colloca tra il 1892 e il 1894, l’evento sicuramente più rilevante resta “L’exposition d’art idéographique”, organizzata nel 1894 e contraddistinta dal trionfo del wagnerismo.

Tra i partecipanti più prestigiosi, troviamo i rappresentanti del simbolismo internazionale, quali Émile Motte, Josef Middeleer, Auguste Levêque, Auguste Donnay, Constant Montald, Hélène Cornette, Victor Rousseau, Joseph Rulot, Willy Schlobach, Arthur Craco, e naturalmente Charles Doudelet.

L’affiliazione di Doudelet al gruppo Kumris risulta tanto più significativa se parametrata al ruolo rivestito di lì a poco dall’artista belga nell’ambito dello storico Caffè Bardi di Livorno, dove già a partire dal secondo decennio del Novecento diventa un punto di riferimento dominante per artisti quali Gino Romiti, Renato Natali, e in particolare, Benvenuto Benvenuti.

Riproduzione riservata ©