Cerca nel quotidiano:


La Terrazza Mascagni una delle foto vincitrici di un concorso fotografico russo

Mariangela è l'autrice di questa foto con la quale ha vinto la sezione "Gold in Architecture/Cityscapes" del premio Moscow International Foto Awards. L'intervista alla giovane fotografa

Venerdì 5 Giugno 2020 — 16:10

di Jessica Bueno

Mediagallery

Intervista a Mariangela: "Ero a Livorno per imbarcarmi e tornare a casa, a Nuoro. Decisi di fare un giro alla Terrazza. Ricordo benissimo che quel giorno pioveva fortissimo. Mi venne l'ispirazione"

31 anni e già una notevole lista di riconoscimenti importanti nel mondo della fotografia: si chiama Mariangela Muggianu l’artista che ha portato Livorno a vincere una delle sezioni “Gold in Architecture/Cityscapes” del concorso internazionale Moscow International Foto Awards con un’immagine ritraente la Terrazza Mascagni in bianco e nero. Mariangela, raggiunta telefonicamente da QuiLivorno.it, ha deciso di rispondere ad alcune domande per raccontare la sua esperienza.

Ci dica un po’ di sé.
“Sono sarda e vivo a Dorgali, un paese in provincia di Nuoro. Ho condotto studi di tipo umanistico-linguistico all’università di Sassari. La fotografia è una passione che ho sempre avuto che ha raggiunto il suo apice nel 2012, quando in occasione della mia laurea triennale mi venne regalata la prima macchina fotografica, una reflex digitale”.
Ha frequentato una scuola di fotografia?
“No, solo un corso di poche ore per avere qualche nozione tecnica. Sono perlopiù autodidatta, la mia passione mi ha portato ad informarmi autonomamente tramite libri e riviste di settore. Dal 2017 sono arrivate le prime soddisfazioni ed i primi riconoscimenti in vari concorsi nazionali ed internazionali”.
Ha qualche modello di ispirazione?
“Non mi ispiro a nessun modello particolare, anche se il mio principale svago è quello di leggere libri e riviste fotografiche. Ammiro moltissimo, per citarne alcuni, il fotografo francese Henri Cartier Bresson, Vivian Maier, Ferdinando Scianna. Ogni tanto durante i concorsi notano nelle mie foto dei tagli cinematografici. Sono collegamenti che fanno sicuramente piacere ma che non sono voluti: il mio stile è personale”.
Come nasce la foto vincitrice del MIFA?
“Venni in Toscana a gennaio perché rientrai tra i finalisti di un concorso fotografico a Pistoia. Stavo per tornare a casa e dovevo necessariamente passare da Livorno per prendere la nave. Mancava qualche ora alla partenza e decisi di fare un giro alla Terrazza Mascagni, uno dei punti più famosi della città. Ricordo benissimo che quel giorno pioveva fortissimo. Mi venne l’ispirazione per una foto diciamo drammatica, con quelle nuvole scure che incombevano nel cielo annunciando altra pioggia”.
Come mai la scelta del bianco e nero?
“Amo tantissimo questo stile e l’ho ritenuto perfetto per quel tipo di foto con quel determinato effetto ottico. Effetto notato dalla giuria che ha deciso di premiarmi con la medaglia d’oro”.
Ci dica di più di questo concorso.
“Il MIFA è un concorso internazionale di grande prestigio, che offre la possibilità ai vincitori di ottenere ampia visibilità. Le foto vincitrici vengono caricate online sul loro sito (clicca qui per vedere la foto ritraente Livorno) ed è prevista una mostra “fisica” a Mosca. Per il momento, a causa dell’emergenza anti covid-19, non sappiamo ancora quando si terrà. Sicuramente sarà un modo per dare lustro alla città anche all’estero”.
Un consiglio per chi decide di avventurarsi nel mondo della fotografia?
“Se si vuole partire seriamente, è necessario frequentare qualche corso per acquisire le basi tecniche. Senza di quelle non si va da nessuna parte. Le altre cose che servono sono sicuramente passione e perseveranza. Partecipare ai concorsi aiuta tantissimo: permette di mettersi in gioco. Talvolta si ottengono soddisfazioni e riconoscimenti e quando non è così non serve abbattersi, bisogna mettersi in gioco, studiare, migliorarsi e magari ritentare successivamente”.
Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Gigi

    E ti hanno dato il primo premio si, tanto hai fotografato la torre di Pisa…
    Bellissima!