Cerca nel quotidiano:


La vecchia Livorno del commissario Botteghi

La mostra sarà visitabile gratuitamente da martedì 24 a sabato 28 settembre (dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, ingresso gratuito) all'interno dei locali di Extra in piazza della Repubblica

martedì 24 Settembre 2019 14:54

Mediagallery

Un viaggio nella storia di Livorno ripercorrendo i luoghi più caratteristici delle avventure del commissario Botteghi, personaggio creato dalla fantasia dell’autore Diego Collaveri, che attingono ai ricordi della memoria labronica per riportare alla luce aspetti della città oramai perduti. Un tuffo nel passato attraverso una mostra di ingrandimenti fotografici dagli archivi della ex Tipografia Razzauti, con scatti della città com’era da prima della Seconda Guerra Mondiale a dopo la ricostruzione. La mostra sarà visitabile gratuitamente da martedì 24 a sabato 28 settembre (dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, ingresso gratuito) all’interno dei locali di Extra in piazza della Repubblica e che avrà l’appuntamento cardine  mercoledì 25 Settembre alle ore 18 quando interverrà  l’autore Diego Collaveri per ripercorrere, assieme al presidente delle Guide Labroniche Fabrizio Ottone, il doppio filo che lega il suo commissario alla storia della città. La presentazione sarà arricchita dallo storico attore livornese Marcello Marziali, volto noto del vernacolo e della serie televisiva I Delitti del BarLume, che leggerà alcuni passi tratti dai romanzi di Collaveri.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.