Cerca nel quotidiano:

Condividi:

La vita è una danza con “Capire un’H” ai 4 Mori

Domenica 11 Dicembre 2022 — 22:41

“La storia di La vita è una danza" si basa su un'idea di rinnovazione e di rinascita incentrata sul concetto che dobbiamo tendere verso la positività, indipendentemente dallo sforzo necessario per ottenerla

‘La vita è una danza’ campione d’incassi in Francia del regista Cédric Klapisch verrà proiettato il 14 dicembre in prima visione al cinema 4 Mori alle 21.30, una collaborazione degli Amici del cinema con l’associazione ‘Capire un’ H’ per ricordare la data del 3 dicembre dedicata alle persone con disabilità. Da molti anni ‘Capire un’H’ attraverso film, incontri, presentazione di libri, mostre fotografiche  cerca di abbattere le barriere culturali ancora esistenti nei confronti di soggetti fragili e disabili sottoposti quotidianamente  ad atti di bullismo. Il film è la storia di Elise (Marion Barbeau) una promettente ballerina di danza classica che vive a Parigi assieme al fidanzato. La sua vita perfetta viene però sconvolta il giorno in cui scopre che il ragazzo la tradisce e rimedia un brutto infortunio in scena. Il cammino per la guarigione fisica ed emotiva la porta fino in Bretagna, dove il calore dei suoi amici e un nuovo amore la mettono davanti alla possibilità di una rinascita. Armata di tenacia e determinazione, Elise non si lascerà sfuggire l’opportunità di rinascere in quel luogo sereno inserito in un contesto naturale, con i ballerini della compagnia di Shechter, che le faranno riscoprire il piacere della danza a partire dalla decostruzione delle movenze del balletto classico all’insegna della riconquistata felicità. “La danza è soprattutto uno dei grandi piaceri della vita”, dichiara il regista. “La storia di La vita è una danza” si basa su un’idea di rinnovazione e di rinascita incentrata sul concetto che dobbiamo tendere verso la positività, indipendentemente dallo sforzo necessario per ottenerla”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©