Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Le Notti dell’Archeologia, venerdì 8 luglio al Museo di Storia Naturale

Mercoledì 6 Luglio 2022 — 11:34

Venerdì 8 luglio alle 21.30 i relatori Franco Sammartino e Roberto Branchetti illustreranno gli aspetti archeologici e le componenti naturali più significative che caratterizzano l’ambiente del Monte La Poggia-Limone, un’area prevalentemente boschiva, di grande valore ecologico, in gran parte compresa nella “Riserva naturale regionale Monti Livornesi”

Nell’ambito della manifestazione Le Notti dell’Archeologia, promossa dalla Regione Toscana, venerdì 8 luglio 2022, alle 21.30, al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo sarà presentata la pubblicazione realizzata dal Gruppo Archeologico Paleontologico Livornese (GAPL): “Limone, un’area di interesse archeologico e naturalistico nei Monti Livornesi”. I relatori, Franco Sammartino e Roberto Branchetti, illustreranno gli aspetti archeologici e le componenti naturali più significative che caratterizzano l’ambiente del Monte La Poggia-Limone, un’area prevalentemente boschiva, di grande valore ecologico, in gran parte compresa nella “Riserva naturale regionale Monti Livornesi”. L’abbondanza di acqua potabile e di pietra calcarea, adatta a produrre calcina, hanno favorito l’insediamento dell’area del Limone fin dalla preistoria, ma l’aspetto più rilevante dal punto di vista archeologico, che ne fa un unicum nel panorama dei Monti Livornesi, è senza dubbio rappresentato dalla concentrazione dei siti medievali (un villaggio, abitazioni sparse, edifici religiosi), i cui resti sono attestati lungo una viabilità di antico impianto ancora leggibile seppur ridotta a sentieri nel bosco. Tutto questo, avvalorato dal rinvenimento fortuito di due insegne di pellegrinaggio coniate rispettivamente una a Roma e una a Venezia, fanno ritenere che la zona di Monte La Poggia – Limone sia stata anche un luogo di transito di persone in cammino lungo vie minori di pellegrinaggio, vie che presumibilmente andavano a collegarsi nell’interno della Toscana con la Via Francigena. Nell’occasione sarà proiettato il video realizzato da Luciano De Nigris sull’area di studio.

Condividi:

Riproduzione riservata ©