Cerca nel quotidiano:

Condividi:

LeggerMente, una settimana ricca di appuntamenti. Il programma

Lunedì 25 Luglio 2022 — 09:09

LeggerMente è alla sua quarta edizione e porta a Livorno 26 appuntamenti con scrittori e scrittrici di romanzi e/o saggi di recente pubblicazione che saranno presentati sul prato adiacente alla Biblioteca Labronica in Villa Fabbricotti

La quarta e ultima settimana di LeggerMente si apre con un appuntamento della sezione Kids, dedicata a bambini, adolescenti e genitori. Si svolge sempre a Villa Fabbricotti, ma nello spazio esterno della Biblioteca dei Ragazzi. Lunedì 25 luglio si parte alle 17 con il laboratorio Il Kamishibai nello Spazio Lab Bambinǝ, con partecipazione libera. A partire da una storia raccontata attraverso l’antico teatro giapponese, i/le bambinə costruiranno una loro narrazione. Al termine del laboratorio tutte le storie saranno lette ad alta voce. A seguire ci sarà l’incontro con Michele Paoletti, introdotto da Sarah Bovani di Itinera Progetti e Ricerche. L’autore piombinese porterà il suo ultimo libro, che si chiama Agostino. Storie in rima ed è uscito quest’anno per la casa editrice Pietrevive. Le storie in rima di Michele Paoletti appartengono a un particolare ambito della sua produzione poetica pensato appositamente per i bambini. Scritte per i suoi figli, sono storie di formazione legate alla ricerca di sé e all’accettazione dell’altro. Agostino è la prima di queste storie e viene illustrata da Lucia Lodeserto. Quella di Agostino è la vicenda di un piccolo Celestino nato con la pelle verde e per questo tenuto a distanza dagli altri. Il coraggioso Agostino si mette allora in viaggio per trovare degli amici. Una storia per tutte le età, scritta per i più piccoli ma foriera di spunti, temi e riflessioni anche per i più grandi. Prenotazione su Eventbrite sia per il laboratorio, sia per l’incontro con Paoletti.

L’AUTORE – Michele Paoletti, classe 1982, è nato e vive a Piombino. Si è laureato in statistica per l’economia all’università di Pisa e si occupa di teatro, per passione, da sempre. Ha pubblicato le raccolte Foglie Altrove (Arcipelago Itaca, 2020), Breve inventario di un’assenza (Samuele Editore, 2017), Come fosse giovedì (puntoacapo editrice, 2015). È presidente dell’associazione culturale Assaggialibri, che si occupa di promozione culturale e sensibilizzazione alla lettura.

Martedì 26 luglio ore 19 – Un racconto tanto personale quanto contemporaneo di Parigi, città che il filosofo e scrittore tedesco Walter Benjamin definiva la «più scritta della storia». Eppure c’è sempre un modo per osservarla in modo diverso, riportandone esperienze, sensazioni ed evoluzioni. In Paris, s’il vous plaît, libro edito quest’anno da Einaudi, lo fa Eleonora Marangoni, autrice romana che martedì 26 luglio sarà a Livorno in Villa Fabbricotti per la rassegna LeggerMente: incontri letterari. Appuntamento alle 19, con ingresso gratuito per il pubblico; a introdurre l’evento ci sarà Emiliano Dominici. Parigi è un orologio senza lancette, un tassista melomane, una sedia verde nel parco, il tavolino di un café dove tutto sembra possibile. Lo sa bene Eleonora Marangoni, che a Parigi ha vissuto a lungo e, dopo averla scoperta, lasciata e ritrovata, qui mette insieme i pezzi della sua lunga storia d’amore con la città. Come tutte le storie d’amore, Paris, s’il vous plaît è appassionato, pieno di curve, promesse e imprevisti. E un pezzo alla volta Parigi ce la restituisce intera, archivio dei ricordi e continua scoperta, rifugio privato di cui non possiamo fare a meno. Pur restando sé stessa, la capitale francese muta di continuo e si offre sempre nuova allo sguardo di chi la scopre. «Camminare per Parigi è camminare verso di me», diceva Julio Cortázar. Eleonora Marangoni la racconta facendola brillare di storie grandi e piccole, di ricordi, di luoghi e di occasioni. Il suo libro è un romanzo urbano, una spettinata guida letteraria, una galleria di immagini e atlante sentimentale, archivio impossibile delle nostalgie. Un viaggio senza verso, fatto di digressioni e deviazioni che pure, misteriosamente, arrivano al cuore segreto della città e del diventare sé stessi.

L’AUTRICE – Eleonora Marangoni è nata a Roma nel 1983. È l’autrice del saggio Proust et la peinture italienne (Michel de Maule, 2011) e del romanzo illustrato Une demoiselle (Michel de Maule, 2013). Nel 2014 pubblica Proust. I colori del tempo (Mondadori Electa, 2014). Il suo romanzo Lux, Premio Neri Pozza 2017, è entrato nella dozzina del Premio Strega e ha vinto il Premio Opera Prima. Nel 2020 pubblica il saggio Viceversa. Il mondo visto di spalle (Johan & Levi) e l’anno successivo, per Feltrinelli, esce il «romanzo a racconti» E siccome lei.

Venerdì 29 luglio dalle ore 17:30 – Nuovo appuntamento per LeggerMente Kids, la sezione dedicata a bambini, adolescenti e genitori che si svolge nello spazio esterno della Biblioteca dei Ragazzi, in Villa Fabbricotti. Si comincia alle 17:30 con un laboratorio gratuito per bambinə sul Fumetto. Dopo aver visionato alcuni graphic novel e fumetti, i partecipanti scopriranno come realizzare una striscia per raccontare una storia. Che personaggi mettere? A colori o in bianco e nero? Come scegliere i balloon? Al termine del laboratorio ci sarà una breve mostra delle opere realizzate dai/dalle bambinə. E poi, alle 19, appuntamento con Agnese Innocente, sempre nello spazio Kids, e il suo libro Anna dai capelli verdi, uscito quest’anno per Piemme e scritto con Micol Arianna Beltramini. Sarà Camilla Del Corona a introdurre l’incontro con la giovane illustratrice e fumettista massese, fin da piccola rapita dal disegno e dalla narrazione e oggi capace di vantare collaborazioni prestigiose con case editrici italiane, nonché con la Disney negli Stati Uniti. Anna dai capelli verdi è un graphic novel in cui la protagonista è una bambina rimasta orfana che deve cambiare completamente vita: dall’Irlanda si trasferisce in un piccolo paesino della Sardegna, dove vive il fratello di sua madre. Dopo un’esistenza precaria e tragica, la loquace e curiosissima Anna deve ambientarsi in un mondo bucolico abitato da fate e cavallini nani, insieme a Marilla e zio Matteo, Diana e l’insopportabile ma bellissimo Gilbert.

L’AUTRICE – Agnese Innocente, classe ’94, fin da piccola ha una passione sfrenata per il disegno e la narrazione. Esordisce con disegno e colore sulla graphic novel Dieter è morto (Shockdom) con i testi di Federico Chemello e Maurizio Davide Furini. Nel 2019 ha lavorato come autrice completa al riadattamento a fumetti de Il Meraviglioso Mago di Oz (Piemme). Nel 2020 pubblica, insieme a Sergio Rossi, la graphic novel young adult Girotondo (Edizioni Il Castoro), vincendo il Premio Andersen come miglior libro a fumetti nel 2021. Collabora con varie realtà negli USA tra cui Disney (Mulan’s Adventure Journal: the Palace of Secrets, 2020; Anna’s Adventure Journal, 2022), Papercutz e Space Between Entertainment. In Italia collabora come illustratrice con svariate case editrici come Rizzoli, Mondadori, Piemme, Giunti, Erickson, De Agostini, Edizioni EL.

Sabato 30 luglio ore 19 – A ognuno il suo segno particolare. Michele D’Ignazio porta il suo nell’appuntamento che, sabato 30 luglio alle 18, chiude lo spazio Kids della rassegna LeggerMente: incontri letterari e insieme l’edizione 2022 della manifestazione andata in scena a Villa Fabbricotti. In particolare, sarà il prato adiacente alla Biblioteca Labronica a ospitare l’incontro, nato in collaborazione con Con-fusione Festival e introdotto da Nicola Artico, che vedrà l’autore cosentino presentare il libro Il mio segno particolare, uscito nel 2021 per Rizzoli. Nella presentazione dell’opera si legge: «Perché non scrivi un libro sulla tua vita?» «Non ci ho mai pensato. Ho solo trentasei anni. E poi non credo di avere chissà quali storie da raccontare…» «Secondo me, tutti abbiamo delle storie da raccontare!». Michele nasce il 7 gennaio 1984. I suoi genitori non vedono l’ora di conoscerlo, di prenderlo in braccio, di portarlo a casa. Ma quando lo vedono per la prima volta restano… stupiti! Sulla schiena il piccolo ha un neo gigante a forma di mantello, proprio come quello dei supereroi. Iniziano così mille avventure, dentro e fuori dagli ospedali, con medici, sale operatorie e infiniti rotoli di garza. Con ironia e leggerezza Michele oggi racconta la sua vita a pois, svelandoci le emozioni che ha vissuto e descrivendo tutti quei grandi che lo hanno aiutato quando era piccolo. Che gli sono stati accanto e gli hanno dato la spinta a diventare la persona che è oggi, uno scrittore attento alla bellezza di tutti i segni particolari e amico dei bambini, a cui non smette di raccontare storie. E alla domanda «Ma tu scrivi con amore o con fatica?», risponde: «Con tutti e due! A volte l’amore è anche fatica. Per esempio: ti piace andare in bicicletta? Ogni pedalata è un metro in avanti. Più fai fatica, più la bicicletta ti porta lontano. E cresce l’amore per quei momenti felici».

L’AUTORE – Michele D’Ignazio nasce a Cosenza nel 1984. È autore della serie long-seller di “Storia di una matita”, che ha conquistato tanti bambini, divenendo una delle letture di narrativa preferita nelle scuole, e di “Pacunaimba”, un romanzo avventuroso alla scoperta del Brasile più nascosto. Il 5 novembre 2019 è uscito “Il secondo lavoro di Babbo Natale”, con le illustrazioni di Sergio Olivotti. Dopo il successo in Italia il libro è stato tradotto in U.K. e Usa con l’editore Pan MacMillan, oltre che in Spagna, Sud America, Grecia, Polonia, Cina, Corea del Sud e Ukraina. Nel novembre 2020 esce la continuazione, “Babbo Natale fa gli straordinari”, sempre con le illustrazioni di Sergio Olivotti, oltre a una nuovissima edizione di “Storia di una matita”, con le illustrazioni di Serge Bloch. Tutti i suoi libri sono pubblicati da Rizzoli. Tanti i progetti paralleli alla scrittura: oltre ai numerosi incontri nelle scuole e ai progetti radiofonici creati con i bambini (come “La radio nello zaino”), da “Storia di una matita” è nato uno spettacolo teatrale che, con la compagnia Aiello, viene portato in scena nelle scuole e nei teatri di tutta Italia e ha visto, ad oggi, più di 600 repliche.

IL FESTIVAL – LeggerMente: incontri letterari giunge quest’anno alla sua quarta edizione e porta a Livorno 26 appuntamenti con scrittori e scrittrici di romanzi e/o saggi di recente pubblicazione che saranno presentati all’aperto, sul prato adiacente alla Biblioteca Labronica in Villa Fabbricotti. Lo spazio esterno della Biblioteca dei Ragazzi ospiterà invece gli incontri e i laboratori di LeggerMente Kids, la novità di questa edizione. A tutto ciò si aggiungeranno 4 appuntamenti con attivisti/e, intellettuali, giornalisti/e, che si terranno presso il teatro di Villa Mimbelli rientranti nel programma Domenica delle idee. Nato nel 2019, LeggerMente: incontri letterari è organizzato da Comune di Livorno, Biblioteca Labronica del Comune di Livorno, Itinera Progetti e Ricerche, Fondazione Livorno, Fondazione Livorno Arte e Cultura, LaFeltrinelli di Livorno e Il Chioschino di Filippo Brandolini. In un mese pieno di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito, si avvicenderanno autori in vista e conosciuti del panorama nazionale, presentati e introdotti da altrettante personalità legate al mondo dell’arte e della cultura in genere.

Per info[email protected], tel. 0586/894563 (dal lunedì al venerdì ore 10-19) e 0586/824552 (sabato e domenica ore 10-19). Ingresso gratuito per tutti gli appuntamenti, con possibilità di prenotazione online su leggermente.eventbrite.it.

IL PROGRAMMA

Lunedì 25 luglio ore 18 – Michele Paoletti (LeggerMente Kids)

Martedì 26 luglio ore 19 – Eleonora Marangoni

Venerdì 29 luglio ore 19 – Agnese Innocente (LeggerMente Kids)

Sabato 30 luglio ore 19 – Michele D’Ignazio (LeggerMente Kids)

Condividi:

Riproduzione riservata ©