Cerca nel quotidiano:


“L’estate più lunga del mondo”. Tutti gli eventi da aprile a dicembre

Effetto Venezia, Mascagni Festival e Cacciucco Pride restano tra i pilastri, Geometrie esistenziali e Streetgames alcune delle novità. L'elenco aggiornato degli appuntamenti in programma

Mercoledì 13 Aprile 2022 — 17:14

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Cinema, musica, spettacoli, sport e davvero molto, molto altro. Una serie di appuntamenti che spaziano da aprile e dicembre tanto da meritare un titolo decisamente particolare: “L’estate – si fa per dire, visto il vasto programma di eventi che va da aprile fino a dicembre – più lunga del mondo” (Clicca QUI o sul link in fondo all’articolo per leggere il programma completo).
“Il motivo per cui ci troviamo così presto a presentare questo ricchissimo programma di eventi è chiaro – dice il sindaco Luca Salvetti – Il mondo del commercio o degli albergatori avranno, da oggi, la possibilità di promuovere attraverso i loro siti quello che è il progetto complessivo. Di questo programma ci saranno riletture, aggiornamenti e novità, fino ad arrivare a giugno, o speriamo un po’ prima, ad avere una guida che giorno per giorno ci dica quali sono le proposte. Una scelta resa possibile dall’investimento di svariati milioni nei settori turismo, cultura e sport, secondi soltanto alla scuola e al sociale che, come amministrazione, riteniamo i veri pilastri di una società”.
Il primo cittadino ha poi evidenziato quelle che saranno le principali novità rispetto alla scorsa stagione. “Nell’edizione 2021, nonostante i tempi stretti, siamo riusciti a presentare un calendario che fosse al passo con quello di città come Rimini e Milano – prosegue – Quest’anno, confidando nel fatto che il clima pandemico venga meno, andremo a fare ancora meglio. L’idea di spalmare gli appuntamenti in un periodo più lungo nasce anche dal fatto di evitare sovrapposizioni, uno dei problemi che fu sollevato la scorsa estate. Per quanto riguarda la regina delle kermesse, Effetto Venezia, proporremo una formula nuova con qualche cambiamento e una sorta di rottura: ad essere protagoniste saranno delle installazioni suggestive, pur mantenendo palchi e bancarelle. Il tutto dislocato nell’effettivo quartiere Venezia e non più diluito”. L’assessore al turismo e commercio Rocco Garufo fa il punto su una serie di iniziative capaci di accogliere chiunque. “Un’offerta davvero molto variegata – commenta – Livorno dà un’immagine di quello che è: una città in cui c’è posto per tutti. Quest’anno ci siamo concentrati su meno eventi, ma qualificandoli sotto il profilo di promozione turistica. Abbiamo rimesso in campo manifestazioni notevoli, con l’intento di mobilitare investimenti che fanno bene al nostro tessuto locale e che ci proiettano in una dimensione che travalica i confini del territorio permettendoci di intercettare risorse che vengono successivamente reinvestite. Vi preannuncio che faremo festività natalizie in grandissimo stile”. “Ci sono manifestazioni di puro intrattenimento e divertimento, com’è giusto che sia, e altre di altissimo livello culturale – spiega l’assessore alla cultura Simone Lenzi – Tengo particolarmente alle iniziative dei quartieri nord, che trasmettono il messaggio che in ogni luogo di Livorno si possa vivere e convivere, senza considerarlo esclusivamente un posto dove andare a dormire”.

Riproduzione riservata ©