Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Mangiarebene Berebene, per la prossima edizione un progetto che dura tutto l’anno

Lunedì 27 Giugno 2022 — 17:08

Soddisfazione per l’andamento della kermesse e apprezzamento per il format della tre giorni (24-25 e 26 giugno), da rafforzare e ampliare. Emanuela Ferracchiato, organizzatore dell'evento: "Abbiamo intenzione di proseguire per tutto l’anno con appuntamenti dedicati che servano da richiamo per la prossima edizione livornese che stiamo pensando di realizzare a primavera"

Si è conclusa domenica sera con la cena di gala la prima edizione dell’evento Mangiarebene Berebene, svoltasi alla Fortezza Vecchia da venerdì 24 giugno. Un appuntamento, a chiusura della tre giorni, che ha voluto essere non solo un momento per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile il successo della manifestazione -istituzioni, partner e sponsor- ma soprattutto ha avuto l’obiettivo di raccogliere fondi per le due associazioni livornesi In APS Associazione Paraplegici Livorno e Associazione Afasici Toscana. Gli ospiti hanno potuto degustare cinque piatti speciali, realizzati per l’occasione da altrettanti Chef stellati – Filippo Saporito, Rocco De Santis, Mirko Martinelli, Emiliano Lombardelli e Loretta Fanella – in abbinamento a selezionati vini, magistralmente serviti dai sommelier AIS e FISAR di Livorno. “Stiamo già pensando alla prossime edizione, con un format che va senz’altro rafforzato e  ampliato, affiancando al vino e al cibo gourmet, altre degustazioni a completamento del piacere della tavola – ha spiegato Emanuela Ferracchiato, organizzatrice dell’evento – Cambieremo il periodo, anticipando l’evento, molto probabilmente a primavera, ma dovremo fare le dovute valutazioni su questo. Nel frattempo, abbiamo intenzione di proseguire per tutto l’anno con appuntamenti dedicati al Mangiarebene Berebebene, che servano anche da richiamo per la prossima edizione livornese”. Il progetto Vita da Dandy, ideato da Emanuela ed Emiliano Penco, infatti, non si ferma qui. “L’idea – aggiunge Emiliano – è proprio quella di rendere accessibile la cucina gourmet e stellata anche alle persone con disabilità, perchè anche da qui passa l’opportunità di non sentirsi diverso, di poter scegliere. Lo è stato e lo è per me e credo che possa essere importante anche per altre persone nelle mie stesse condizioni. Per questo, da settembre comincerà un tour dedicato che ci porterà, di volta in volta, nei vari ristoranti grazie anche alla sensibilità degli Chef, che non solo hanno partecipato alla manifestazione gratuitamente proprio per sostenere il suo scopo benefico, ma che si sono resi disponibili per proseguire e rafforzare il format”.
Soddisfazione è stata espressa anche dall’Amministrazione comunale di Livorno che per bocca dell’assessore al Turismo Rocco Garufo sottolinea: “Siamo molto soddisfatti di avere ospitato nella nostra città una manifestazione enogastronomica di tale spessore. Faremo tutto il possibile affinché Mangiarebene Berebene diventi un appuntamento fisso. Come Amministrazione comunale siamo ben consapevoli che questo evento, insieme ad altri che hanno scelto Livorno come sede, contribuiscono e sempre più contribuiranno a fare di questa città una importante tappa per questo tipo di turismo di qualità in grande espansione”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©