Cerca nel quotidiano:


4 Mori, due giovani talenti del Conservatorio Mascagni

Martedì 12 aprile alle 18, al Teatro 4 Mori, si terrà il secondo concerto della stagione di musica da camera organizzata dal Conservatorio livornese

Lunedì 11 Aprile 2022 — 11:56

Mediagallery

Martedì 12 aprile alle 18, al Teatro 4 Mori, si terrà il secondo concerto della stagione di musica da camera, organizzata dal Conservatorio livornese, che vede i giovani talenti del Mascagni quali interpreti di un repertorio di ampio respiro, che spazia in quattro secoli di cameristica. Due giovani pianisti Edoardo Mancini e Samuele Drovandi, ambedue con un’intensa attività concertistica e vincitori di numerosi concorsi nonostante non abbiano ancora terminato il percorso accademico, sono interpreti di musiche dell’800 e del 900, che sono dei classici della letteratura per pianoforte.

Nella prima parte del programma Edoardo Mancini esegue la Fantasie op. 49, del 1841, una delle pagine più originali composte da Frédéric Chopin e la Sonata per pianoforte in La bemolle maggiore, op. 110, di un Ludwig van Beethoven maturo, caratterizzata da un modello compositivi innovativi, capace di esercitare una decisa influenza sul mondo romantico.

Samuele Drovandi propone, nella seconda parte del concerto, Venezia e Napoli, del 1859, nei tre movimenti – Gondoliera, Canzone, e l’Allegretto di Tarantella, che è un esempio del pianismo limpido e raffinato di Franz Liszt, cui segue Tre movimenti da Petrushka che Igor Stravinsky compone, nel 1921 per l’amico Arthur Rubinstein, rielaborando tre movimenti dallo spartito per orchestra e pianoforte dell’ormai famoso balletto, nei quali il pianoforte ha ruolo protagonista.

L’ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili, sarà consentito con GreenPass e mascherina FFP2.

Riproduzione riservata ©