Cerca nel quotidiano:


Martingala, biografia su Caprilli e lo spettacolo Il cavaliere volante

Doppio appuntamento per la rassegna di eventi culturali all'ippodromo. Alle 19 la presentazione del libro di Giubbilei e alle 21,30 lo spettacolo di Benucci

Martedì 13 Luglio 2021 — 17:48

Mediagallery

Mercoledì 14 luglio, la rassegna “Martingala” all’Ippodromo “F. Caprilli” prosegue con un doppio appuntamento. Alle 19 presentazione del libro Carlo Giubbilei “Caprilli. Vita e scritti”, edizione a cura di Daniele Tinti (Ed. Erasmo Livorno). Ne parleranno Gabriele Benucci, drammaturgo e scrittore e Alessandro Guarducci, capocronista redazione Livorno del Tirreno. E’ la nuova edizione di un testo di 112 anni fa.  “Oltre a narrare le gesta di Caprilli” racconta Daniele Tinti, “Giubbilei dichiara sin dalle prime righe di voler mettere ordine nella non vasta produzione scritta del Maestro per dare unità e coerenza a quel Sistema di equitazione naturale che per mezzo secolo, prima di far parte del patrimonio comune, il mondo intero ha invidiato alla cavalleria italiana. Per rendere più godibile questo trattato di filosofia equitatoria” aggiunge, “è stato necessario un complesso intervento di restauro linguistico per eliminare le ingenuità tipografiche e grammaticali assolutamente giustificate dal secolo trascorso dalla sua stesura”.
Alle ore 21.30 spettacolo Il Cavaliere volante di Gabriele Benucci con Fabrizio Brandi
Musiche dal Vivo: Dimitri Grechi Espinoza (sax).
Biglietto: 5 euro.

La scheda dello spettacolo
Come racconta Gabriele Benucci, “parlare di Federico Caprilli significa raccontare del militare dedito al proprio dovere, del rivoluzionario innovatore della tecnica equestre, del tombeur de femmes seducente e sfrontato, del primo esempio italiano di campione sportivo amato dalle folle”. “Se dovessimo dipingere l’esistenza di Caprilli con dei colori, sarebbero tre quelli fondamentali: il verde delle campagne dove, con spirito di abnegazione e amore per il cavallo e la cavalleria, sperimentò per anni le sue intuizioni; il rosa delle storie d’amore che, per diverse ragioni, furono letali alla sua carriera militare; il giallo di cui, fin da subito, si tinse la sua scomparsa”. Fabrizio Brandi non conosceva Caprilli, “ma grazie all’amico Gabriele Benucci, autore di una biografia su di lui, ho avuto la fortuna di tuffarmi nella sua turbolenta vita e scoprire un eroe romantico, un livornese conosciuto in tutto il mondo per il suo rivoluzionario metodo di monta a cavallo, un uomo dalla fortissima empatia. È un personaggio che mi ha letteralmente conquistato” aggiunge Brandi, “soprattutto per la resilienza nei confronti degli innumerevoli ostacoli incontrati nella sua vita e per le qualità umane che lo caratterizzavano e lo rendevano affascinante non solo alle donne, ma a tutti quelli che avevano la fortuna di conoscerlo”. “Il cavaliere volante” è il secondo spettacolo che Benucci dedica al livornese che inventò “il metodo”. Già nel 2004, proprio all’ippodromo, ne andò in scena un altro per la regia di Alessio Pizzech. I biglietti sono acquistabili all’ippodromo a partire dalle 19.30. Sono disponibili trecento posti a sedere distanziati secondo normativa fino ad esaurimento.  In caso di pioggia l’iniziativa sarà rimandata ad altra data. Per informazioni:  348 – 26 02 993.

Riproduzione riservata ©