Cerca nel quotidiano:


Matteo Cesca al Vertigo con lo show comico “Pappow”

Due serata dedicate alla comicità venerdì 18 e sabato 19 ottobre alle 21 al teatro Enzina Conte del Centro Vertigo. In scena Matteo Cesca comico lucchese con trascorsi in tv in Colorado

mercoledì 16 Ottobre 2019 16:16

Mediagallery

Due serata dedicate alla comicità venerdì 18 e sabato 19 ottobre alle 21 al teatro Enzina Conte del Centro Vertigo. In scena Matteo Cesca comico lucchese con trascorsi in tv in Colorado. Già ospite di Vertigo in altre due occasioni brevi ma divertenti, questa volta Matteo Cesca presenta uno spettacolo intero dal titolo bizzarro: Pappow, come un figlio di stravolge la vita. Questo lavoro racchiude un po’ di pezzi storici del comico lucchese ed altri che derivano dalla sua recente paternità.

Pappow è un lungo racconto, un viaggio nella vita di un trentenne appena diventato padre. La paternità è il pretesto per ripercorrere le tappe fondamentali della sua vita, come il primo giorno d’asilo, quando gli hanno insegnato parole che non ha mai usato nella vita, o quando la mamma lo costringeva a mangiare gli spinaci perché altrimenti se no “un bambino in Africa muore”.
Bambino che poi, ha ritrovato all’asilo.. vivo… fortunatamente.
Mio figlio ha imparato le prime paroline  – dice Matteo Cesca –  dice bene “mamma”, dice bene “nonna” e quando gli chiedo di dire “papà” lui dice.. “Pappow”. Nemmeno gli avessi chiesto di dirmi Otorinolaringoiatra.

Per info: 0586-21.01,20

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.