Cerca nel quotidiano:


Mayor Von Frinzius, successo strepitoso alla “Festa de L’Unità”

“A mezzanotte” non si basa su un tema ma su una vera e propria filosofia, quella del vivere nell'imminenza, nella smania di realizzare qualcosa di nuovo e di meraviglioso

lunedì 02 Settembre 2019 16:49

Mediagallery

Il successo riscosso dalla compagnia Mayor Von Frinzius domenica 1° settembre è indescrivibile ed emozionante. In occasione della Festa de l’Unità, la compagnia si è esibita presso la rotonda d’Ardenza in una dolce serata di fine estate, ed ha trovato un’accoglienza stupefacente da parte del pubblico.
Bambini, ragazzi e adulti di ogni età hanno riempito tutti gli angoli a loro disposizione per poter assistere allo spettacolo: le sedie hanno cominciato a riempirsi già dal pomeriggio, durante le prove della compagnia, ma la maggioranza del pubblico è dovuta rimanere in piedi proprio lì in quella striscia di terra che separava la MVF dalla propria musa ispiratrice, il mare.
“Ai pazzi per amore, ai visionari, a coloro che darebbero la vita per realizzare un sogno. Ai reietti, ai respinti, agli esclusi. Ai folli veri o presunti. Agli uomini di cuore, a coloro che si ostinano a credere nel sentimento puro. A tutti quelli che ancora si commuovono”.
Ed è proprio a questo pubblico che la MVF cerca di parlare, ad un pubblico che non ha paura di mostrare le proprie emozioni e che riesce a godere delle piccole cose che diventano grandi, un pubblico che ieri sera, pur non essendo sul palco, è diventato protagonista, si è fuso con la compagnia ed ha fatto sentire tutto il proprio calore scatenando negli attori un’energia ancora più forte di quella che solitamente li accompagna. 
Al contrario di molti altri spettacoli della MVF, “A mezzanotte” non si basa su un tema ma su una vera e propria filosofia, quella del vivere nell’imminenza, nella smania di realizzare qualcosa di nuovo e di meraviglioso, uno spettacolo che sia migliore del precedente, e che sarà sicuramente peggiore del successivo.
Creare un capolavoro, plasmarlo curando ogni suo minimo dettaglio per poi abbandonarlo una volta realizzato ed andare alla ricerca di quel qualcosa in più: è così che Lamberto Giannini ha deciso di vivere il proprio modo di fare teatro, ed è così che “A mezzanotte” è nato, nella cieca speranza di offrire al pubblico un altro pezzetto di sé, senza mai dimenticare il percorso che ha reso così meravigliosi i Mayor Von Frinzius.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.