Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Modigliani-Canzonata Bohèmien, la mostra che celebra il genio dell’artista “maledetto”

Martedì 24 Gennaio 2023 — 17:48

Modigliani - Canzonata Bohèmien è la mostra dedicata al mai dimenticato Amedeo Clemente Modigliani (Livorno, 1884 - Parigi, 1920) pittore e demiurgo di figure dagli occhi vuoti e di volti in pietra, che sarà ospitata presso la galleria Uovo alla Pop

Modigliani – Canzonata Bohèmien è la mostra dedicata al mai dimenticato Amedeo Clemente Modigliani (Livorno, 1884 – Parigi, 1920) pittore e demiurgo di figure dagli occhi vuoti e di volti in pietra, che sarà ospitata presso la galleria Uovo alla Pop, a Livorno, dal 18 febbraio al 18 marzo 2023.

Tante parole sono state scritte e molto è stato raccontato sull’iconico Modì (uno dei suoi soprannomi dall’epica assonanza con il termine francese maudit), che rimane tra gli artisti più influenti del ‘900, sempre attuale, le cui celebrazioni nascono in ogni dove.

Com’è noto, si trasferì, dopo vari soggiorni in Italia, da Livorno a Parigi per seguire l’onda delle correnti avanguardiste, brulicanti nella capitale francese a quell’epoca. La sua vita si consumò nel delirio artistico, tra gli eccessi e le passioni; Modigliani ha incarnato del tutto lo spirito bohèmien, passando alla storia come un vero artista maledetto.

Pittore prolifico, sviluppò uno stile unico; i suoi disegni, influenzati anche dall’Art Negrè, scultura primitiva africana, erano veloci e poi mai ritoccati, ritratti dai colori intensi, viso e collo dalle forme allungate, frutto dell’originalità del genio creativo. Sebbene contemporaneo ai movimenti artistici di cubismo, futurismo, dadaismo e surrealismo, non ne fece però mai parte.

Come la vita, cruenta fu anche la morte: cagionevole di salute fin dall’adolescenza, Modigliani morì all’alba del 24 gennaio 1920 all’Hôpital de la Charité di Parigi, in preda al tormento causato dalla meningite tubercolare. Aveva 35 anni.
Trascinò nella sventura anche la giovane compagna Jeanne Hébuterne, che si suicidò, al nono mese di gravidanza, il giorno seguente alla morte del suo Dedo.

La sua esistenza breve ma intensa fa di Modigliani una personalità eccezionale. Oggi, le sue opere sono esposte nei più grandi musei di tutto il mondo. La mostra, organizzata al di fuori degli ambienti istituzionali, completamente gratuita, è patrocinata dal Museo della Viltà, da Inondazione Livorno e da La Comune di Livorno.

Condividi:

Riproduzione riservata ©