Cerca nel quotidiano:


Museo del Mediterraneo, nuova mostra visitabile virtualmente

"Alieni. Flora e fauna venute da lontano" è la nuova mostra allestita al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

Sabato 25 Aprile 2020 — 08:17

Mediagallery

Il video della mostra ci guida in un viaggio alla scoperta degli "Alieni" che vivono tra noi, cioè tutte quelle specie animali e vegetali che ci sono familiari ma che sono arrivate nei nostri territori da terre lontane

Alieni. Flora e fauna venute da lontano” è la nuova mostra allestita al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo. L’esposizione, realizzata con il contributo del progetto Aliem, finanziato dal programma Interreg Italia Francia Marittimo 2014 – 2020, è visitabile online grazie ad un video che ne illustra i principali contenuti. “Il periodo che viviamo vede i musei chiusi – sottolinea la direttrice del Museo Anna Roselli – ma si moltiplicano le iniziative che consentono di fruire virtualmente degli spazi e delle collezioni presenti, rendendo le strutture culturali vive e presenti per il pubblico”. Il video della mostra ci guida in un viaggio alla scoperta degli “Alieni” che vivono tra noi, cioè tutte quelle specie animali e vegetali che ci sono familiari ma che sono arrivate nei nostri territori da terre lontane. “Dovevamo inaugurare la mostra a marzo – aggiunge Roselli – ma in attesa di poter finalmente riaprire i cancelli del nostro Museo, abbiamo voluto renderla visitabile virtualmente,  programmando la proroga dell’esposizione fino a dicembre 2020, in modo da poterla condividere successivamente  con il pubblico e soprattutto con le scuole. Il video sarà disponibile sul sito web e sulle pagine social del Museo. Il Museo del Mediterraneo, inoltre, è  attivo e presente sui suoi canali social con numerosi materiali per bambini e ragazzi e per il pubblico degli appassionati delle scienze naturalistiche. A partire da domenica 26 aprile, sarà online anche il nuovo video per bambini, della serie “A casa…giocando s’impara”. Nel filmato, dedicato all’arte della tessitura, sarà spiegato come costruire un piccolo telaio con una scatola di cartone, fili di lana o spago e graffette, con il quale giovare a tessere un pezzo di stoffa.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Andrea Cognetta

    Bellissima iniziativa…. Chissà se ci sia anche il punteruolo rosso nella mostra; se avrò tempo guarderò il video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.