Cerca nel quotidiano:


Al Museo di Città l’esibizione del performer Giovanni Fontana

Nuovo appuntamento, nell'ambito della mostra Progressiva, sabato 26 alle 18 con il performer, architetto, poeta visuale e sonoro. Si consiglia la prenotazione a [email protected] oppure 0586/824551

Giovedì 24 Settembre 2020 — 15:37

Mediagallery

L'evento è stato elaborato con la collaborazione delle gallerie e della curatrice della mostra Nadia Marchioni. Si consiglia la prenotazione

Un nuovo e importante appuntamento presso il Museo di Città, nell’ambito della mostra Progressiva, che offre un panorama culturale ampio, affascinante e variegato nel quale sono affiancate opere molto diverse tra loro in linea con le più diverse sperimentazioni visive del panorama nazionale ed internazionale a partire dal secondo dopoguerra. Una mostra che presenta oltre sessanta artisti ed un centinaio di opere fra dipinti, tecniche miste, sculture, grafica e libri d’artista grazie al contributo in particolare delle gallerie: Galerie 21, Granelli, Peccolo, Giraldi, Guastalla e Gian Marco Casini Gallery.
L’evento, coordinato dalla cooperativa Itinera e promosso dal Comune di Livorno, è stato elaborato con la collaborazione delle gallerie che hanno dato vita al progetto espositivo e della stessa curatrice della mostra, Nadia Marchioni.
Sabato 26 settembre alle ore 18.00 si esibirà Giovanni Fontana, performer, architetto, poeta visuale e sonoro, che ha progettato il suo libro d’artista preparando ventisei tavole a colori e un testo poetico: “Corpi sonori… appesi in grumi…danza di suoni che scorre sugli sguardi…un occhio tra le righe ne senti l’eco…tra figure canta Fonemi…occhio e orecchio si sfidano a tutto”.
Fontana è autore di numerose pubblicazioni in forma tradizionale e multimediale. Tra le opere e gli interventi degli ultimi anni, la pièce radiofonica Le droghe di Gardone – Strategie sonore sull’alcova d’annunziana, commissionata dalla Fondation Louis Vuitton di Parigi (2016), Poema Bonotto, videopoema pubblicato in USB pen-drive dalla Fondazione Bonotto di Molvena (2015), le performance multimediali Akkade ke – Poème épigénétique (Bordeaux, 2017), Epigenetic poetry – La punta della lingua (Ancona, 2019), la pubblicazione del disco Epigenetic Poetry (LP con booklet, Ed. Recital, Los Angeles, U.S. 2016). Tra le ultime partecipazioni, quelle a La voix liberée (Palais de Tokyo, Paris, a cura di Patrizio Peterlini e Éric Mangion), Le poème en actes (Maison de la poésie, Paris), VI Performance na dźwięki (MIK, Varsavia), International Performers Meeting (Panstowowa Galeria Sztuki, Sopot), Räume für notizen (Alte Schmiede, Vienna). Creatore di “romanzi sonori”, tra i quali Tarocco Meccanico (Altri Termini 1990) e Chorus (Manni 2000), è autore di composizioni intermediali particolarmente apprezzate negli ambienti della sperimentazione artistica internazionale. Ha collaborato con: Adriano Spatola, Arrigo Lora Totino, Dick Higgins, John Giorno, Henri Chopin, Bernard Heidsieck, Julien Blaine, Jean-Jacques Lebel e altri. Fontana è intervenuto in centinaia di Festival di nuova poesia e di arti elettroniche in Europa, in America, in Oriente. La sua produzione acustica è documentata in una vasta discografia. Il suo primo libro di poesia verbo-visiva è il testo-partitura Radio/Dramma (Geiger 1977), di cui è in corso la riedizione sonora per l’etichetta Recital di Los Angeles. Tra le più recenti scritture creative si collocano Questioni di scarti (Polìmata 2012 – Premio Feronia 2013), Déchets (Dernier Télégramme 2014), Fonemi (Peccolo, 2017), Discrasie (Novecento, 2018) e La voix et l’absence (Dernier Télégramme 2019). Teorico della poesia epigenetica, ha scritto numerosi saggi, tra i quali La voce in movimento (Harta Performing & Momo, 2003) e Poesia della voce e del gesto (Sometti, 2004). Il suo lavoro è ripercorso nella monografia Testi e pre-testi (Fondazione Berardelli, 2009). (BIG ITALY / red – 25 ago)atto.”

Per partecipare: si consiglia la prenotazione. Numero posti limitati. Inviare una mail a [email protected] specificando nome, cognome e numero di partecipanti. Riceverete una mail di conferma della prenotazione. Oppure contattare la segreteria del Museo tel. 0586/824551 dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19.

costi ingresso mostra:

biglietto ingresso intero € 5,00

biglietto ingresso ridotto € 3,00 (per minori di 18 anni e ultra sessantacinquenni)

biglietto cumulativo con il Museo Fattori per chi visita la Mostra Progressiva : intero € 8,00, ridotto € 6,00 (per minori di 18 anni e ultra sessantacinquenni )

Le tariffe di ingresso alla mostra comprendono anche l’ingresso alla Sezione di Arte Contemporanea del Museo della Città (ex Chiesa del Luogo Pio)

VISITA GUIDATA: GRATUITA

Orario di apertura mostra:

Dal martedì alla domenica dalle ore 11.00 alle ore 20.00

Visite guidate

venerdì – sabato – domenica alle ore 18.30

Durata visita: 50 minuti

Costo 2 euro a persona

Prevenzione Covid 19

– Accesso consentito solo, previa misurazione della temperatura, indossando la mascherina e dopo aver utilizzato gel igienizzante;

– all’interno del Museo deve essere sempre mantenuta la distanza interpersonale di 1,80 m;

Per le norme antiCovid all’interno della sezione d’ Arte Contemporanea (ex Chiesa del Luogo Pio) potranno accedere un numero massimo di 30 visitatori in contemporanea, al Museo di Città (Bottini dell’Olio) potranno accedere un numero massimo di 70 visitatori.

Sarà cura degli addetti alla sorveglianza far entrare le persone in attesa che saranno anch’esse distanziate di almeno un metro, in modo da non superare il numero consentito.

Riproduzione riservata ©