Cerca nel quotidiano:


Oblivion Rhapsody stasera in Fortezza Nuova

Sarà un vero e proprio evento lo show ideato per festeggiare i dieci anni di tournée degli Oblivion che venerdì 16 luglio, alle 21, illuminerà il palco della Fortezza Nuova di Livorno per la rassegna Usciamo a riveder le stelle

Martedì 13 Luglio 2021 — 15:04

Mediagallery

Sarà un vero e proprio evento lo show ideato per festeggiare i dieci anni di tournée degli Oblivion che venerdì 16 luglio, alle 21, illuminerà il palco della Fortezza Nuova di Livorno per la rassegna Usciamo a riveder le stelle. Oblivion Rhapsody sarà la spettacolare summa dell’universo Oblivion come non è stato mai visto né sentito prima. In piena crisi di mezza età i cinque rigorosi cialtroni sfidano sé stessi con una inedita e sorprendente versione acustica della loro opera omnia.
Per la prima volta gli Oblivion, i cinque sensi della satira musicale, i cinque continenti della parodia, i cinque gradi di separazione fra i Queen e Gianni Morandi saliranno sul palco nudi e crudi per distruggere e reinventare le loro hit, dopo aver sconvolto senza pietà quelle degli altri.
Uno spettacolo che toglie tutti i paracadute per arrivare all’essenza dell’idiozia: cinque voci, una chitarra, un cazzotto e miliardi di parole, suoni e note scomposti e ricomposti a prendere nuova vita.
Oblivion Rhapsody è un gigantesco “bigino” delle performance più amate e imitate che parte dalle famose parodie dei classici della letteratura, passando per la dissacrazione della musica a colpi di risate, un viaggio lisergico che ripercorre anni di raffinate e folli sperimentazioni, senza soluzione di continuità, in lungo e in largo, di palo in frasca. Tutto il meglio (e il peggio), quello che non ricordavate, quello che amate di più e quello che non avete mai visto, in un viaggio allucinato e visionario che collega mondi mai avvicinati prima d’ora. Una incredibile esperienza dal vivo: un anniversario memorabile, un’indigestione senza limiti e senza senso, una Oblivionata all’ennesima potenza alla fine della quale l’unico bis sarà una… Citrosodina.
Gli Oblivion giocano con la musica e il teatro; sono uno Spotify vivente che mastica le note e le digerisce in diretta in modi mai sentiti prima. Un OGM che spazia tra genio e follia, giocoleria e cabaret, intrattenimen-to leggero e profonda demenzialità. Assistere ai loro show è un’esperienza folle e irripetibile che provoca risate scomposte, isteria collettiva, ma soprattutto interminabili richieste di bis.
Gli Oblivion, al secolo Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli, si incontrano nel 2003 a Bologna dove trascorrono anni intensi spesi nel teatro di rivista e nei musical, poi nel 2009 diventano notissimi al grande pubblico grazie al loro video su YouTube I Promessi Sposi in 10 minuti, micro-musical visto ed emulato da milioni di utenti. Da quel momento iniziano un lungo tour teatrale con lo spettacolo Oblivion Show per la regia di Gioele Dix: oltre 200 repliche nei più importanti teatri italiani. Il teatro chiama poi la TV: debuttano sul piccolo schermo a “Parla con me” di Serena Dandini e poi a Zelig. Migliaia di studenti impazziscono per le loro parodie culturali diventate ormai parte del gergo giovanile: oltre a I Promessi Sposi in 10 minuti ci sono L’Inferno in 6 minuti e Pinocchio in 6 minuti.
Tra i molti successi ricordiamo Oblivion Show 2.0. Il Sussidiario, Othello, la H è muta, Oblivion.zip, Morandi VS Queen, Evolution of Sanremo, Oblivion: The Human Jukebox. Nel 2018 debuttano nel loro primo musical originale, La Bibbia riveduta e scorretta: le vicende più incredibili dell’Antico e Nuovo Testamento.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro da martedi a sabato ore 10/13 e il giorno di rappresentazione nel luogo di spettacolo 2 ore prima dell’inizio. Biglietti in vendita On line su goldoniteatro.it – Info 204237 – Biglietteria 0586204290

Riproduzione riservata ©