Cerca nel quotidiano:


Omaggio a Giuseppe Guidi nel centesimo anniversario del Vittoriale degli Italiani

Affidata a un power point dal titolo Omaggio a Giuseppe Guidi nel centesimo anniversario del Vittoriale degli Italiani, realizzato in collaborazione con il Museo Civico di Castel Bolognese, a cura di Martina Fabbri Nuccitelli

Sabato 17 Luglio 2021 — 13:26

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Si terrà giovedì 22 luglio 2021 alle ore 17.00, alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, la quarta puntata del Calendario Culturale Estate 2021 in Pinacoteca, “Bottega d’Arte, la promozione del gusto tra arte, editoria e critica” (1 LUGLIO-23 SETTEMBRE 2021), varato in occasione della mostra “Umberto Vittorini: come il mago della favola” (24 giugno – 23 settembre 2021, tutti i giovedì, ore 15.30-18.30), promossa dal Comune di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli con Cristian Tognarelli (curatore Collezione Vittorini, Barga), in collaborazione con Fondazione Ricci onlus, Bargacon la partecipazione di Nicola Micieli.

Affidata a un power point dal titolo Omaggio a Giuseppe Guidi nel centesimo anniversario del Vittoriale degli Italiani, realizzato in collaborazione con il Museo Civico di Castel Bolognesea cura di Martina Fabbri Nuccitelli, Storica dell’arte, Operatrice del Museo Civico di Castel Bolognese, questa 4° Puntata intende celebrare uno dei protagonisti sommersi di Bottega d’Arte Livorno, il ravennate Giuseppe Guidi, autore di quella Via Crucis conservata al Vittoriale degli Italiani che risplende a sorpresa nella locandina di “Il Cattivo Poeta”, l’ultimo best seller dedicato a Gabriele d’Annunzio interpretato da Sergio Castellitto.

Conclusione aurea dell’emblematico quanto inedito dialogo artistico  instauratosi tra due protagonisti della stagione di “Bottega d’Arte” Livorno, Gastone Razzaguta e Giuseppe Guidi, l’intervento di Martina Fabbri Nuccitelli costituisce l’esito entusiasmante della collaborazione delineatasi in questa occasione tra la Pinacoteca Comunale Carlo Servolini e il Museo Civico di Castel Bolognese, configurandosi come un appassionante e insondato scenario di prospettive storiografiche entro le quali rivedere le sorti di due artisti diversamente significativi rispetto al proprio territorio d’origine, eppure partecipi di una identica congiuntura espressiva, quella cioè della rinascita della grafica internazionale tra Ottocento e Novecento, promossa da Vittorio Pica sulle pagine di “Emporium”.

Concepita come risposta alla Conferenza di Francesca Cagianelli, “Razzaguta-Guidi: un confronto possibile”, questa 4° puntata punta anch’essa a scompaginare geografie localistiche troppo accertate, per ricostituire finalmente un firmamento variegato e dinamico di personalità e stili, soggetti a contaminazioni costanti.

Riproduzione riservata ©