Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Omaggio a Winehouse con “Amy incosapevole Diva- Il Concerto”

Mercoledì 24 Agosto 2022 — 16:50

A  poco più di 11 anni dalla prematura scomparsa di Amy Winehouse, Livorno le renderà omaggio, martedì 30 agosto (alle 21), con lo spettacolo “Amy inconsapevole Diva- Il Concerto”

A  poco più di 11 anni dalla prematura scomparsa di Amy Winehouse, Livorno le renderà omaggio, martedì 30 agosto (alle 21), con lo spettacolo “Amy inconsapevole Diva- Il Concerto”, uno show che presenterà al pubblico l’esperienza umana ed artistica di una delle più straordinarie figure femminili dei nostri tempi.
Amy Winehouse è stata molte cose, una grande interprete, una fine e sensibile autrice, un personaggio controverso e costantemente al limite, un’icona dei suoi brevi e fulgenti anni, una supernova del firmamento musicale internazionale, una donna minata da mille fragilità con un disperatissimo bisogno d’amore.
Lo spettacolo ha debuttato a Livorno all’ Ex Cinema Aurora nel 2018, nato da un’idea Moreno Vivaldi e Teresa Rotondo, e dopo essersi presentati in alcuni dei teatri più importanti d’Italia, Milano, Torino , Montecatini con la versione “musical theatre”, torneranno finalmente a Livorno con la versione solo concerto, ed esattamente in uno dei luoghi più affascinanti della città, la Fortezza Vecchia.
Moreno e Teresa hanno voluto ricordare Amy, e poter fare arrivare a lei e a chi ne ama tutt’oggi le canzoni e l’esperienza artistica, un gesto d’amore, restituendo al pubblico tutta la potenza e la profondità della sua musica.
“Ci siamo voluti prendere una notte per ricordarla, ringraziandola a modo nostro per quello che ci ha lasciato a livello artistico e umano.”
Il concerto ripropone brani più meno noti della regina del white soul inglese, eseguiti rigorosamente dal vivo da una solida e affiatatissima band.
Aprirà il concerto il Maestro Francesco Carone al piano contemporaneo e l’attrice Adalgisa Vavassori che introdurrà la serata con un piccolo monologo da lei scritto, ricordando Amy.

Condividi:

Riproduzione riservata ©