Cerca nel quotidiano:


“Questione di genere” al Grattacielo contro la violenza sulle donne

“Ogni uomo grande, ogni uomo forte, attinge energie da una donna. La fonte inesauribile della virilità e della femminilità. La chiave delle vittorie è sempre nelle mani delle donne"

Domenica 24 Novembre 2019 — 13:04

Mediagallery

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne 2019, in collaborazione con l’Ottava Commissione Consiliare “Pari Opportunità” del Comune di Livorno, al Grattacielo va in scena, lunedì 25 novembre. “Questione di genere”, di e con Eleonora Zacchi e Riccardo De Francesca. “A tutti gli uomini qui e altrove, di ogni condizione e origine, a tutti gli uomini che disprezzano la donna, che ignorano e dimenticano cos’è la donna, io dico: avete colpito una torre, sarete schiacciati”.

Le parole di Thomas Sankara, presidente illuminato del Burkina Faso, ucciso nel 1987, riprendono vitalità lunedì sera sul palcoscenico del Centro Artistico Il Grattacielo, nello spettacolo Questioni di genere, di e con Eleonora Zacchi e Riccardo De Francesca.

Accompagnati da melodie di blues e jazz, suonate dal vivo da Alessio Colombini, i due attori raccontano, in modo ironico e pungente lo “scontro incontro fra l’uomo e la donna, che muove l’universo intero”, come cantava Giorgio Gaber.

Tutte le donne, almeno una volta nella vita, subiscono violenze e soprusi e ad oggi, poco o nulla sembra essere cambiato. E’ partendo da questa amara consapevolezza che i due attori si rivolgono a tutte le donne e uomini, affinchè capiscano che è urgente definire e affermare il ruolo ed il posto della donne nella società. I due attori ci raccontano, con toni a volte brillanti e ironici, a volte drammatici, come la donna sia stata vissuta e raccontata dalle parole di filosofi, pensatori, politici, attori e musicisti.
Ogni uomo grande, ogni uomo forte, attinge energie da una donna. La fonte inesauribile della virilità e della femminilità. La chiave delle vittorie è sempre nelle mani delle donne. E’ vicino alla donna, sorella o compagna, che ciascuno ritrova dignità”.
Si citano Shopenauer, Simone De Bouvoir, Sant’Agostino e Thomas Sankara. Per informazioni telefonare lunedì dalle 17 alle 19 al numero 0586/890093 o scrivere a: [email protected].it

Riproduzione riservata ©