Cerca nel quotidiano:


Sabato al Goldoni “1921 Millenovecentoventuno”

Sul palco del teatro cittadino, sabato 18 dicembre alle 21, un melologo per attore, voci e strumenti dedicato alla nascita del Partito Comunista d'Italia

Lunedì 13 Dicembre 2021 — 18:19

Mediagallery

di Lorenzo Evola

Sono passati cento anni da uno degli eventi più importanti per la città di Livorno. Il 21 gennaio 1921, infatti, in occasione del 27esimo Congresso del Partito Socialista tenutosi al Teatro Goldoni, diversi esponenti del partito, tra cui Bordiga, Gramsci e Terracini, decisero di compiere la scissione dai socialisti e fondare il Partito Comunista d’Italia. Nasce da qui “Millenovecentoventuno”, lo spettacolo a cura di Elina Pellegrini, interpretazione e regia di Alessandro Benvenuti, drammaturgia di Gabriele Benucci, musiche originali di Marco Lenzi e prodotto dall’Associazione Culturale Achab 2021 – con il sostegno del Comune di Livorno, della Fondazione Teatro Goldoni, dell’ISSM Pietro Mascagni, della Fondazione Livorno e dell’ANPPIA Livorno.
Lo spettacolo ripercorre in scena i discorsi, gli appelli, gli ammonimenti e le invettive del 27esimo Congresso, proprio all’interno dello stesso Teatro Goldoni, testimone cent’anni fa della famosa scissione. L’opera, in programma sabato 18 dicembre alle 21, prende spunto dal resoconto stenografico del Congresso, a partire dal quale sono state scelte le voci di sei delegati che rappresentano le istanze delle tre frazioni (Comunisti Puri, Unitari e Concentrazione Socialista). Sei discorsi, dunque, che tornano a risuonare grazie alla voce solista di Alessandro Benvenuti, alla cui capacità interpretativa è affidato il compito di dare corpo drammatico ed espressivo ai differenti personaggi. Discorsi che saranno introdotti, commentati e accompagnati da altre voci di attore, ovvero un trittico di entità recitanti atemporali, ma che del Tempo sono rappresentazione, e dalle musiche originali di Marco Lenzi. Lo spettacolo, che inaugura gli eventi organizzati dal Comune di Livorno per la celebrazione del Centenario, verrà impreziosito da due rarità storiche: il filmato del 27esimo Congresso, girato davanti e dentro il teatro, che sarà proiettato all’ingresso in sala degli spettatori e l’esposizione, in una teca nel Foyer del Teatro Goldoni, della bandiera del Partito Comunista d’Italia.

L’iniziativa è stata presentata, lunedì 13 dicembre, alla Goldonetta e ha visto la partecipazione di Simone Lenzi (assessore alla Cultura del Comune di Livorno), Alessandro Benvenuti, del direttore artistico Teatro Goldoni Emanuele Gamba, di Elina Pellegrini (Project Manager), Gabriele Benucci (drammaturgo) e Marco Lenzi.

“Quest’opera si concentra su un momento cruciale per la nostra città e per tutta l’Italia – esordisce l’assessore Lenzi – e sono contento che tante personalità importanti siano intervenute per metter su uno spettacolo di qualità. Attraverso “Millenovecentoventuno” potremo rivivere ciò che successe durante il celebre Congresso, nel modo più dettagliato possibile, grazie anche al minuzioso lavoro svolto da Gabriele Benucci sul resoconto stenografico. Sono sicuro che la città risponderà con entusiasmo a questa iniziativa”.

“Questo è un progetto che è nato grazie alla passione di raccontare i fatti storici che si sono svolti nella nostra città e che hanno influenzato generazioni di livornesi – interviene invece Elina Pellegrini, l’ideatrice dell’iniziativa – compresa la mia. L’obiettivo dello spettacolo è quello di divulgare la storia, soprattutto alle generazioni più giovani che potrebbero non conoscerla. La collaborazione di vari soggetti, costante durante tutto l’anno, è stata fondamentale per la buona riuscita del progetto, perché ognuno ha fornito un contributo importante secondo le proprie possibilità”.
I biglietti saranno disponibili presso la biglietteria del Teatro Goldoni o su www.vivaticket.it.  Orari biglietteria: martedì e giovedì ore 10/13, mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30/19.30. Tel. 0586-204237 o  204290

Riproduzione riservata ©