Cerca nel quotidiano:


Sergio e Massimo Pucci, una mostra per i maestri dell’acconciatura

Un viaggio tra i ricordi a cura di figli e nipoti. Dal 5 al 27 marzo dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 e la domenica dalle 17 alle 19. Inaugurazione sabato 5 marzo alle 18

Venerdì 4 Marzo 2022 — 07:49

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino al 27 marzo dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 e la domenica dalle 17 alle 19. Per informazioni: 339-671.76.26 oppure [email protected]

Sergio e Massimo Pucci – estro, arte, estetica, bellezza. Questo il titolo della mostra-evento che, attraverso fotografie, articoli di giornale e documenti, vuole raccontare la vita lavorativa di due tra i più grandi livornesi che si dedicarono al mondo dell’acconciatura a partire dagli anni ‘50 (foto Lorenzo Amore Bianco).
Ad ospitarla la galleria Extra factory – fatti di arte. “Sergio è stato il primo ad aver avuto l’intuizione di aprire un salone con i dipendenti – racconta Alessandro Pucci, figlio di Massimo e nipote di Sergio – Lo spirito imprenditoriale di costruire quello che oggi viene definito staff, lui già l’aveva avuto nella metà del secolo scorso. Massimo, suo figlio, aveva invece un carattere meno commerciale, più dedito al lavoro vero e proprio. Poteva stare in piedi anche 12 ore di fila senza battere ciglio. Un artista che in quegli anni aveva già capito l’importanza degli attuali influencer: fu uno dei primi a pubblicare sui rotocalchi consigli alla moda per le acconciature”. Una storia che parte da un piccolo salone aperto in città da Sergio e dalla moglie Rina e che arriva fino alle grandi stelle del cinema (e non solo). “Quando Carlo Dapporto capitò in negozio rimase colpito dal lato artistico di mio padre – prosegue Alessandro – Mi sta per nascere un figlio, in tuo onore lo chiamerò Massimo disse. E così infatti fece”.
Un percorso culturale che ha lo scopo di mostrare, ma anche di insegnare. “Far conoscere alle nuove generazioni di parrucchieri la storia del lavoro che svolgono è fondamentale – afferma Stefania Cundari, nipote di Sergio – Ecco perché, scopo di questa esposizione è anche quello di illustrare le vecchie tecnologie, tutt’altro che semplici come quelle attuali, attraverso cui si costruivano le acconciature”. Ad animare l’inaugurazione, prevista per sabato 5 marzo alle 18, la performance “Musica in testa” di Asia e Clio Pucci. L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino al 27 marzo dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 e la domenica dalle 17 alle 19. Per informazioni: 339-671.76.26 oppure [email protected].

Riproduzione riservata ©