Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Si chiude l’estate Mayor Von Frinzius con un numero importante: il cinquecento!

Martedì 13 Settembre 2022 — 18:33

Con più di dieci eventi in pochi mesi non è difficile immaginare come la Compagnia sia riuscita ad arrivare a ben cinquecento spettacoli in venticinque anni di attività

Finalmente, dopo due anni di lontananza, la compagnia teatrale di teatro inclusivo fondata nel 1997 da Lamberto Giannini ha potuto debuttare sul palco del Teatro Goldoni di Livorno portando in scena lo spettacolo “Sonnambuli, se c’è un rigore lo tiro io”, sconvolgendo il pubblico livornese con un’opera ricca di introspezione e collettività, di monologhi e balli sempre più profondi e coinvolgenti, sempre più precisi e ricercati.
Dopo il debutto, chiusura di un anno fatto di prove e determinazione, i Mayor non si sono di certo riposati! L’estate 2022 vede la partecipazione della Compagnia a numerosi eventi, locali e non, che hanno confermato ancora una volta l’incessante indole MVF.
Ancora una volta la Mayor Von Frinzius è stata ospite della Coppa Barontini, occasione in cui ha portato sul prato della Fortezza Nuova “Down per un giorno”, coinvolgente lezione aperta durante la quale pubblico e attori si mischiano rompendo ogni barriera.
Prosegue l’estate Mayor con la replica di Sonnambuli in occasione del festival InContro a Venturina Terme, evento organizzato in collaborazione con Castagneto Banca 1910, main sponsor della Compagnia.
Prosegue l’esperienza di Up&down con Paolo Ruffini, che questa estate ha viaggiato dalla Puglia alla Lombardia.
Down per un giorno replica anche ai Bagni Roma, Lamberto Giannini e Rachele Casali portano in scena “Attimi di Champions” presso l’ippodromo Caprilli ed “In fondo a destra” a Villa Trossi, Sonnambuli sconvolge Effetto Venezia ed il pubblico del festival “Il giullare” di Trani vincendo il premio alla regia, il secondo premio come miglior spettacolo ed il premio miglior attore conferito a Giacomo Lagorio.
Solo nell’ultima settimana i Mayor hanno portato la propria lezione aperta anche al Campo Priami di Stagno in occasione della festa del Lions Amaranto, hanno aperto le porte di una regolare prova dello spettacolo, ed hanno illuminato piazza dei Cavalieri a Pisa replicando ancora una volta Sonnambuli.
Con più di dieci eventi in pochi mesi non è difficile immaginare come la Compagnia sia riuscita ad arrivare a ben cinquecento spettacoli in venticinque anni di attività.
Lamberto Giannini, Rachele Casali, Silvia Angiolini e Marianna Sgherri, attuali registi della Compagnia, portando in scena il cinquecentesimo spettacolo di questa Compagnia (diventata una realtà così tangibile e fondamentale all’interno del tessuto sociale livornese, toscano e lentamente anche nazionale) portano in scena un grande sogno, quello di un teatro senza barriere, in cui il teatro stesso annienta la distinzione tra soggetti normodotati e portatori di handicap, senza pietismo né rassegnazione: il teatro è arte, è cultura, e la Compagnia continua ad esistere per gridare forte il suo amore per quel palco di legno, portatore di infinite occasioni e splendide possibilità.
La MVF tornerà operativa a pieno regime lunedì 3 ottobre, data in cui avrà inizio il nuovo laboratorio teatrale presso la sala specchi del Teatro Goldoni: chiunque sia curioso di conoscere il dietro le quinte ed interessato a far parte di questa grande realtà livornese è invitato a partecipare anche se, dato il già elevato numero di attori, non sarà possibile garantire a tutti un proseguimento del percorso.

Condividi:

Riproduzione riservata ©