Cerca nel quotidiano:


Giù il sipario sul Mascagni Festival con la Banda dei Carabinieri

Sabato 19 settembre, alle 19, sulla Terrazza intitolata al compositore livornese, sarà la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri diretta dal Colonnello Massimo Martinelli a proporre un suggestivo programma dove ovviamente risuoneranno celeberrime pagine mascagnane

Giovedì 17 Settembre 2020 — 16:49

Mediagallery

Per tutti coloro che non hanno trovato i biglietti (gratuiti) per assistere al concerto, c’è la possibilità di seguirlo attraverso la diretta televisiva di Granducato Tv

Quarto ed ultimo appuntamento per il “Mascagni Festival” ed ennesimo “sold out” per una rassegna che ha riscosso un grande successo e partecipazione di pubblico, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid: sabato 19 settembre, alle 19 sulla Terrazza intitolata al compositore livornese, sarà la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri diretta dal Colonnello Massimo Martinelli  a proporre un suggestivo programma dove ovviamente risuoneranno celeberrime pagine mascagnane accanto a brani ed arie di assoluto appeal musicale. Dall’intermezzo da Cavalleria rusticana, allo struggente “Sogno” dal Guglielmo Ratcliff, all’impressione lirica di più raro ascolto de La città eterna, la musica di Pietro Mascagni si unirà a quella del suo contemporaneo Giacomo Puccini con una “Fantasia” dalla Turandot; seguirà la celebre “Danza delle ore” da La Gioconda di Amilcare Ponchielli, compositore che ebbe come allievi entrambi presso il Conservatorio di Milano; per la parte lirica, in apertura, la “Sinfonia” dalla Norma di Bellini. La versatilità ed il grande affiatamento della Banda, è dimostrato anche da un ricchissimo repertorio che va dalle tradizionali marce militari, ai brani classici ed a quelli moderni e contemporanei: ecco che la serata sarà caratterizzata con un omaggio ad Ennio Morricone, recentemente scomparso, con l’esecuzione di alcune sue composizioni tratte dalle colonne sonore originali dei film (come “Nuovo cinema Paradiso” e ad un altro grande autore per la settima arte, anche lui Premio Oscar, Nicola Piovani con “La vita è bella”.

Non potranno mancare la Marcia d’Ordinanza dell’Arma dei Carabinieri “La Fedelissima”, l’Inno per l’Anniversario Reggimento Tuscania “T 911 – Primo Tuscania” composto dallo stesso direttore Colonnello Martinelli e l’Inno Nazionale Italiano che concluderà la serata.

Per tutti coloro che non hanno trovato i biglietti (gratuiti) per assistere al concerto, c’è la possibilità di seguirlo attraverso la diretta televisiva di Granducato Tv.

Il Corpo Bandistico Militare italiano, fondato nel lontano 1820, deve la propria fama alle pubbliche esecuzioni in Italia e nel mondo. Numerose le tournée in tutto il mondo in epoca moderna, tra cui si ricordano in concerti in Canada nel 1972 e nel 1974, la partecipazione al Military Tattoo di Edimburgo del 1976, la tournée in Israele e la partecipazione al Columbus Day di New York nel 2000. Oggi, con i suoi 102 orchestrali, assunti e selezionati attraverso concorsi pubblici, la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri costituisce una complessa struttura in grado di interpretare composizioni tra le più celebrate: non a caso, infatti, alcuni giornalisti l’hanno definita “una Banda sinfonica che suona come un’orchestra”.

Nelle sale da concerto, nei teatri, nelle radio ed alla televisione, in qualsiasi luogo si sia esibita, la Banda ha sempre raccolto successo di critica e pubblico tanto da essere considerata una formazione orchestrale completa, pienamente affiatata ed impegnata nella costante ricerca della migliore impostazione musicale.

Il concerto, organizzato dall’Amministrazione comunale di Livorno e Fondazione Teatro Goldoni per il “Mascagni Festival” con il patrocinio del Comitato “Pietro Mascagni”, è stato sostenuto da sponsor qualificati quali: Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, Fondazione Livorno, Lions Livorno Host, Rotary Club Livorno, Soroptmist Livorno, Lions Club Livorno Porto Mediceo, Rotary Club Castiglioncello e Colline Pisano Livornesi, International Port of Leghorn, Rotary Club Livorno “Mascagni”.

Il concerto – che era a partecipazione libera con contromarche (ormai esaurite) si svolgerà in stretta osservanza delle norme di sicurezza ai sensi dei DPCM volti a contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19.

Riproduzione riservata ©