Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Storie di spettacolo e di costume, proseguono le proiezioni a Villa Maria

Venerdì 4 Novembre 2022 — 18:44

Le proiezioni collettive di Villa Maria del martedì pomeriggio alle 17, dall'8 novembre al 13 dicembre, andranno a valorizzare i documentari della mediateca. Per avere informazioni sui titoli e prenotare è possibile telefonare al numero 0586.219265

Proseguono le proiezioni collettive alla Biblioteca di Villa Maria, con una nuova proposta di visione dedicata ai documentari della mediateca. Dei 2700 titoli in dvd posseduti dal Centro di documentazione sulle arti dello spettacolo, infatti, circa 230 sono documentari, ossia opere audiovisive che si distinguono dal film per durata, tipo di narrazione e tematica. Il documentario generalmente affronta temi e personaggi reali anche se non sempre il punto di vista del regista è oggettivo. Spesso svolge una funzione didattica ma questo non significa che l’argomento non venga trattato secondo la grammatica e la tecnica del cinema e il prodotto finale abbia quindi una sua dignità artistica. Come afferma Guy Gauthier nel suo “Storia e pratiche del documentario”: «Il documentario è vecchio come il cinema, ma a differenza delle opere di fantasia non ha mai conquistato il grande pubblico e ha occupato uno spazio marginale nella programmazione delle sale o nei palinsesti televisivi. E’ sempre stato il terreno privilegiato di una riflessione profonda sull’etica, l’estetica e la tecnica del mezzo cinematografico e ha impegnato la creatività di alcuni fra i massimi registi del ‘900. Grazie ai progressi della tecnologia, che hanno semplificato il processo produttivo, ha conosciuto un nuovo sviluppo, accompagnato da una più acuta attenzione di operatori culturali e studiosi». Il documentario, infatti, per essendo spesso il prodotto di esordio per aspiranti registi, è anche un genere frequentato da registi affermati: si pensi a Gianfranco Rosi e al suo “Fuocoammare”, che ha vinto l’Orso d’Oro al Festival del Cinema di Berlino nel 2016, e a Marco Bellocchio, che ha presentato al festival di Cannes 2021 il suo “Marx può aspettare”. Le proiezioni collettive di Villa Maria del martedì pomeriggio alle 17, dall’8 novembre al 13 dicembre, andranno quindi a valorizzare questo particolare prodotto audiovisivo, con una selezione, a cura delle bibliotecarie, che offre storie di spettacolo e di costume. Per avere informazioni sui titoli e prenotare è possibile telefonare al numero 0586.219265. L’iniziativa è promossa dal Comune di Livorno – Biblioteca Labronica “F.D.Guerrazzi” e realizzata da Cooperativa Itinera.

IL MARTEDI’ alle ore 17.00

8 novembre

15 novembre

22 novembre

29 novembre

6 dicembre

13 dicembre

VILLA MARIA – Centro di documentazione sulle arti dello spettacolo – Biblioteca Labronica

Via F. Redi 22 – (ingresso anche da Via Calzabigi 54) – Livorno

Per informazioni e prenotazioni: Tel. 0586219265  – 219151

[email protected]

Condividi:

Riproduzione riservata ©